indice alfabetico degli album                A---B---C---D---E---F---G---H---ij---L---M---N---O---P---Q---R---S---T---U---V---Z

 

i nostri gatti

 

torna su

                   Album recenti                              mail: lo.monaco@libero.it












Bella gita da traves sentiero frassati molto comodo e punta. Leggera brezza in cima e discesa dal colle lunelle in senso orario. Ritorno meno facile del previsto per la presenza di neve dal colle lunelle per circa 150 m di dislivello da fare con attenzione e lunghezza, per la presenza di parecchi alberi sul sentiero che costringevano a fastidiosi scavallamenti. Comunque una bella giornata e bella compagnia. Ultimo giorno prima del lockdown che durerà fino a Pasquetta del 5 aprile. Con Montse, Giuseppe, Bepi, Davide, Silvia, Valter, Angela, Tonino, Giovanna, Francesca, Nicolò, Serena.-
Dislivello (m)
830
Quota partenza (m)
620
Quota vetta/quota (m)
1382
Esposizione
Tutte
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Sentiero Frassati-253 segni bianco-rossi
Località di partenza
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo portante
Neve (parte inferiore gita)
Crosta da rigelo portante
Quota neve m
1400
Equipaggiamento
Scialpinistica

Condizioni neve oggi non eccezionali, le folate di vento hanno mantenuto il manto abbastanza duro che per me ed i miei sci poco affilati è risultata una discesa impegnativa. Agli altri è piaciuta molto, beati loro. Qualche tratto senza neve ma di pochi metri. Un gruppo di ragazzi alle prime gite sono stati respinti dalle difficoltà in salita de primo ripido canale.Con Pat, Dino, Gimignano,Rinaldo, Simona, Alberto, Alberto, Cesare e Graziano.-

Dislivello (m)
1050
Quota partenza (m)
1430
Quota vetta/quota (m)
2476
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza

Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1400
Equipaggiamento
Scialpinistica

Neve scarsa ma sufficiente, nella parte alta alcune lingue nei canali permettono ancora di arrivare sci ai piedi al colle; noi siamo saliti ancora un po’, sin sopra il cippo a memoria; discesa su bellissima trasformata morbida, scendendo sulla ”valanga nera” e poi tenendoci verso dx, passando sotto le cascate, ove la neve è un po’ più abbondante; i più scesi a Balme dalla pista, qualcuno dalla strada, che presenta un paio di brevi vuoti destinati rapidamente ad ingrandirsi…

Bellissima giornata senza vento, con una quindicina di Evergreen.-

Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1470
Quota vetta/quota (m)
2364
Esposizione
Sud
Difficoltà sciistica
MS
Località di partenza

Ci siamo trovati a Lamzo e dopo la colazione due per macchina fino a San Antonio. Saliti a destra del rio per poi attraversarlo nella zona mediana. Nessun problema a salire ma in discesa i ciaspolatori hanno avuto dei problemi cercando di raggiungere il colle del colombardo sulla strada ma dopo qualche scivolone sono tornati sulla traccia di salita. In alto sole ma con venticello poco più sotto nebbia e poi visibilità nonostante la coperetura nuvolosa. Bella sciata su neve cotta al punto giusto con la spruzzata del giorno prima. Io Bepi, Gualtiero e Maurizio con sci e Lia, Francesca, Davide, Silvia e Alessandro con le ciaspole. Gualtiero e Maurizio sono andati via mentre noi abbiamo atteso gli altri per un ora e mezza. Ottimo picnic di fine gita con visita dei carabinieri che ci hanno chiesto come era la neve.-
Dislivello (m)
884
Quota partenza (m)
1200
Quota vetta/quota (m)
2084
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1400
Equipaggiamento
Scialpinistica

Partiti alle 10.30 con 6° C neve continua dal parcheggio. Giornata senza vento e poca gente, 4 ciaspolatori e 4 Skialper. Scesi dalla dorsale con neve morbida facile da sciare fino in fondo.

Con Maurizio.-

Dislivello (m)
795
Quota partenza (m)
1401
Quota vetta/quota (m)
2196
Esposizione
Est
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza
Carello      video

Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Farinosa compatta
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1700
Equipaggiamento
Scialpinistica

Abbiamo parcheggiato poco prima della frontiera e risalito le piste a destra del vallone dei mandarini. Quasi nessuno in giro e piste non battute ma lisciate dai numerosi passaggi. Oggi qualche cm di neve fresca su quasi tutto l’itinerario. Il canalino finale con neve dura dove sono utili i rampant. Discesa per alcuni del nostro gruppo nel vallone dei mandarini dove vi era una spanna di farina rendendo piacevole la sciata, nella parte più bassa trasformata e nel bosco di nuovo con un po di farina su fondo portante. La discesa sulle piste senza nessun problema.

Oggi un nutrito gruppo di “stigghiulari”-

Dettagli
Dislivello (m)
800
Quota partenza (m)
1850
Quota vetta/quota (m)
2650
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Località di partenza

Tranquilla gita primaverile senza toccare la neve partendo dal cimitero di Foresto e passando dal truc San Martino ottimo punto panoramico sulla val Susa. Continuato a salire fino a quota 1249 del Ca Teissard. Sosta per il pranzo e discesa percorrendo un anello passando dal truc (si può arrivare in macchina) e quindi ricollegati al sentiero di salita fino a Foresto.Sentiero impegnativo per la ripidezza sia in salita che in discesa. Con LIa, Giovanna, Alessandra, Monica, Bepi.-
Dislivello (m)
800
Quota partenza (m)
450
Quota vetta/quota (m)
1250
Esposizione
Sud
Grado
E
Località di partenza
Saliti da piano san Nicolao per la strada e passando dal forte di variselle. Fermati sotto la punta per avverse condizioni meteo, vento e neve. Scesi direttamente dal canalone sul piano con neve ottimamente mollata al punto giusto e poi visita al comune di Moncenisio con pranzo in trattoria.-video di Giampiero
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1720
Quota vetta/quota (m)
2600
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
MS
Località di partenza

Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1300
Equipaggiamento
Scialpinistica

Saliti dalla pista di Melezet quella chiusa agli allenamenti a destra e usato i rampant sui ripidi pendii, arrivati a quota del ristorante ci siamo portati tutto a desta nel vallon cros e risaliti sulla pista non battuta fino ad incrociare quella più fresata, Arrivati alla partenza dell’ultimo skilift tutto a sinistra sulla stradina di servizio e infine il canalino finale un pò impegnativo con neve dura sia in salita che in discesa. Discesa molto bella su pista con neve morbida al punto giusto

.In compagnia di un nutrito gruppo di Evergreen. IO con Giampiero e Cesare.

Dislivello (m)
1106
Quota partenza (m)
1359
Quota vetta/quota (m)
2465
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Località di partenza

Accesso stradale
ok fino a inversigni
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Bagnata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1300
Equipaggiamento
Scialpinistica

Partiti da quota 1200 circa dove inizia la neve sulla strada. nei primi 10 min manca la continuità di neve ma poi nrssun priblema tranne il fatto che sulla stradina parecchi buchi. Siamo arrivati con gli sci fino al colletto del tumolera e poi dato che su questo pendio la neve non ci sembrava ben sciabile ci siamo portati sul pendio del truc di ovarda ma per il caldo di oggi la neve era parecchio sfondosa. Dai prati in basso neve più compatta. Poca gente in giro noi gruppo di ciaspole e sci.

Con Lia, Alessandra, Monica, Silvia, Gisel, Daide, Massimo e Bepi.

Dislivello (m)
918
Quota partenza (m)
1060
Quota vetta/quota (m)
1978
Esposizione
Varie
Difficoltà sciistica
MS
Località di partenza

Partiti verso le 9.30 da Besse haute insieme al gruppo di Alberto Tonietti. Saliti su traccia esistente senza problemi su neve avvolte dura. In punta leggera brezza. Uno sciatore ha perso lo sci dalla punta e non l'ha più ritrovato. Discesa peggio del previsto ma comunque sciabile senza grossi problemi. Dopo aver visitato la borgata abbiamo visto arrivare Enrico e Francesca che hanno fatto il passo San Giacomo. A oulx sosta per la pizza e una birra.-
Dislivello (m)
800
Quota partenza (m)
1934
Quota vetta/quota (m)
2725
Esposizione
Sud-Ovest
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza
Accesso stradale
ok a grand puy
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1900
Equipaggiamento
Scialpinistica

Al parcheggio sembra che manchi la neve, noi siamo partiti su lingue di neve sulla strada e stando un pò a sinistra nel bosco siamo riusciti a trovare continuità fino in cima. Giornata calda con neve marciotta ma ben sciabile. Scesi per la via normale si tolgono gli sci 50 m sopra la borgata di Puy. Comunque gita agli sgoccioli.Con Francesca, Enrico, Pat, Gimignano, Cesare, Alberto, Graziano, Maurizio e le figliole.-  video

Dislivello (m)
754
Quota partenza (m)
1831
Quota vetta/quota (m)
2585
Esposizione
Sud
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Grand Puy

Oggi neve primaverile/estiva. Bella discesa con neve da ricercare nella zona centrale. Con Giampiero.-video
Dislivello (m)
870
Quota partenza (m)
1500
Quota vetta/quota (m)
2370
Esposizione
Sud
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Serre
Gita di compromesso per ciaspolatori e sciatori. Bella giornata fredda -9 C° alla partenza ma con il sole su quasi tutto l'itinerario sopportabile. Belle curve in alto con neve farinosa e pochi passaggi, più gente verso il Gimont. Sviluppo di 14 Km. Grave dimenticanza degli scarponi a casa che mi è costato 45 € per affittarli insieme agli sci.ߘ?-Con Lia, Monica, Alessandra, Angela, Tina, Bepi, Cesare, Enrico, Francesca, Fabio con la split.-ella giornata fradda con -9° alla partenza ma sole su quasi tutto l’itinerario. Pista battuta fino a capanna gimont e poi bella traccia fino in cima. Discesa su bella farina fino al pianoro con poche dove è passata poca gente. Qualche taglio nel bosco e poi pista. 14 Km A/R-
Dislivello (m)
700
Quota partenza (m)
1730
Quota vetta/quota (m)
2430
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Claviere
Partiti da Torino con meteo coperto a sestriere nebbia così anzichè andare al fraiteve abbiamo preferito seguire le piste. Abbiamo bucato le nuvole e ci siamo trovati al sole. Giornata fredda con -10 C° alla parternza. Con Francesca, Enrico, Alberto e Cesare. Belle curve su neve farinosa.Consumazione alla drogheria del Pugliese a Sestriere.-   Video
Dislivello (m)
623
Quota partenza (m)
2035
Quota vetta/quota (m)
2658
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Sestriere
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Farinosa compatta
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1100
Equipaggiamento
Scialpinistica

Lasciata l’auto a quota 1100 per presenza di neve ghiacciata sulla strada. Con sci in spalle su sentiero fino a raggiungere la neve continua. Nessuna traccia, ci siamo affidati al GPS per salire la ripida boschina. Giunti fino in cresta a quota 2020 m con poca neve lasciamo gli sci per andare a piedi ma dovendo attraversare tratti di neve sfondosa abbiamo rinunciato. Discesa meglio del previsto. Nella boschina con curve strette si riusciva a girare, In basso la neve lavorata dal sole consentiva una piacevole sciata.

Con Giampiero, Graziano e Cesare.-

Dislivello (m)
1077
Quota partenza (m)
1102
Quota vetta/quota (m)
2179
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza

Gita dopo la nevicata di ieri che ha portato circa 15 cm di fresca in alto farinosa in basso essendo umida nella notte ha fatto una crosticina che con il sole è diventata abbastanza sciabile.  Con Francesca, Maurizio, Matilde che sono arrivati in punta mentre scendevamo, Gimignano, Dino, Simone e Cesare.-Bella gita e giornata assolata al riparo dal forte vento. Giornata purtroppo funestata da un evento tragico in zona, Una slavina che ha travolto il grande alpinista Carlo Alberto Cimenti detto Calacimenti che nel 2019 aveva scalato e sceso con gli sci il Nanga Parbat ed il suo amico Patrick Negro,
Dislivello (m)
736
Quota partenza (m)
1640
Quota vetta/quota (m)
2376
Esposizione
Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Bosco rado
Località di partenza

Osservazioni-
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo portante
Neve (parte inferiore gita)
Crosta da rigelo portante
Quota neve m
1500
Equipaggiamento
Scialpinistica-

Da Claviere e su stradina passando dalla capanna Gimont e risalendo le piste con neve parzialmente battuta dai gatti e dai numerosi passaggi. Scesi sempre seguendo il tracciato della pista più a destra con tratti ripidi e stretti per non uscire dal battuto dove il manto non era portante. In basso neve decisamente ben sciabile ammorbidita dalle temperature più miti. Visibilità buona nonostante la copertura nuvolosa e la sabbia del deserto che ricopriva il manto nevoso.

Oggi nutrita compagnia di 15:Giampiero, Bepi,Simona, Rinaldo, Dino, Simone, Gimignano,Luca, Enrico, Francesca, PattoglioAlberto, Andrea e Cesare. Dopogita alla casa alpina di Claviere.


Ci siamo trovati alle 8.30 a mercatò. Colazione da Natale a paesana. Francesca che doveva venire mi ha telefonato dicendomi che l'avevano chiamata per urgenza all'ospedale.Strada pulita da Borgo a Brich. Partiti da 1400 m con nuvole in basso che abbiamo bucato a quota 1700. Vento forte in cima ma abbiamo trovato riparo poco a destra della croce sul versante opposto. Discesa su neve a tratti sfondosa ma nel complesso sciabile, molto meglio in basso. Un crostone ed una birra a Paesana nel dopo gita.Con Gisel, Cesare, Graziano e Giampiero.-
Dislivello (m)
968
Quota partenza (m)
1458
Quota vetta/quota (m)
2426
Esposizione
Sud-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza
Brich-        video di Giampiero

Ci siamo trovati al colorificio alle 8.45 con Rinaldo, Simona, Pat e Dino. A Bardonecchia ci aspettava Marco Mosso. Partiti verso le 10.00 con leggera pioggerella ( oggi davano bel tempo) ma poi ha smesso e saliti su tracciato scialpinistico nel bosco sempre con cielo coperto con qualche squarcio di sole. A quota 2100 nel vallon cros ci siamo fermati perchè ha cominciato a piovere. Scesi su una decina di cm di neve fresca del giorno prima ma ormai umida che si incollava in discesa, Per fortuna appena incrociate le piste ci ha consentito di salvare la giornata sciistica. Pranzo a Signols con linguine al pesto e libagioni varie tra cui la mia pizza e le acciughe al verde di Marco.-
Dislivello (m)
1106
Quota partenza (m)
1359
Quota vetta/quota (m)
2465
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Località di partenza
Ci siamo trovati alle 8.30 a mercato' e con Lia e Giovanna mentre Beoi con Alessandra e Monca. Dopo la sosta a Perosa Argentina per la colazione siamo andati a Prali. Partiti da Indritti e seguendo per un bel tratto la stradina poi abbiamo tagliato su pendii più ripidi fino a quota 2150 dove ci siamo fermati perchè ritenevamo impegnativo il traverso prima del colle. Io e Bepi scesi tagliando dove si poteva su neve poco portante nella zona alta ma in basso più trasformata e ben sciabile. Arrivati con gli sci alla macchina mentre le ciaspolare sono arrivate dopo 45 min. Poi sosta a Prali per una birra pagata dalle ragazze.-
Dislivello (m)
750
Quota partenza (m)
1629
Quota vetta/quota (m)
2379
Esposizione
Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Bosco fitto
Località di partenza
Ci siamo trovati alle 9.15 al colorificio. Saliti con tempo nuvoloso. Francesca e Luca (con le ciaspole) si sono fermati al rudere. Incontrato Rodolfo e Scaravelli. Discesa meglio del previsto con neve abbastanza lisciata anche in alto e pista ancora in buone condizioni. Vi erano anche gli evergreen ma quando siamo arrivati su loro scendevano. Gita con Bepi, Alberto, Cesare, Giampiero, Francesca e Luca. Incontato Sergio telemarkista del cai uget con l'amica Estelletta. Al parcheggio incontrato anche Paolo Manenti. Al parcheggio rinfreschi vari e niente bar perchè oggi siamo ancora in zona arancione.-
Dislivello (m)
725
Quota partenza (m)
1461
Quota vetta/quota (m)
2186
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Località di partenza
Ci siamo trovati alle 8.30 dal colorificio di Avigliana. Io, Cesare e Giampiero con la macchina di Cesare, Rinaldo e Simona, Gimignano con la macchina di Pattoglio. A Bardonecchia ci aspetta il maestro e collega di Rinaldo, Marco Mosso. Saliamo per la stradina nel bosco con -8.5°C ed il sole lo vediamo dopo 2 ore quasi in cima con temperatura gradevole. IO r Giampiero saliamo fino in punta per la panoramica. Dopo una lunga sosta scendiamo verso la pista nera che inizialmente si presentava con placche dure da vento ma poi tutto farinoso andando verso Melezet e rientro a Bardonecchia.Solo noi su questa gita,Pranzo a Signols da Rinaldo.
Dislivello (m)
770
Quota partenza (m)
1284
Quota vetta/quota (m)
2054
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Località di partenza
vevamo programmato cima del bosco ma visto la direzione del vento abbiamo ripiegato al cotolivier. Tanta gente ma ben distanziata. Neve farinosa da gran divertimento. Oggi solo io della compagnia con gli sci. Con Lia, Monica, Alessandra e Silvia.-
Dislivello (m)
931
Quota partenza (m)
1174
Quota vetta/quota (m)
2105
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Bosco fitto
Località di partenza
Ci siamo trovati alle 9.15 a Courgné e dopo aver fatto le macchine, con me Alberto, Giampiero e Cesare, Bepi, Fabio e Miriam, Dino e il figlio Lorenzo che abbiamo caricato a Locana. Prima di locana mi fermano i carabinieri e mi ci chiedono i documenti, Ci chiedono se stiamo andando alla cialma e dopo i controlli di rito ci salutano con "buona attività" Siamo in zona arancione e non eravamo sicuri delle conseguenze quindi ci siamo rinfrancati. Il parcheggio quasi pieno, saliti dal plateau dove Alberto e Miriam hanno fatto una discesina e ripellato. In cima poco vento e giornata assolata e panoramica. Dato che la neve nel plateau era con parecchie croste da vento abbiamo scelto di scendere dalla dorsale con neve compatta fino alle piste dove era fresca ma parecchio lavorata. Solito brindisi al parcheggio e una birretta a Courgne con Cesare, Giampiero ed Alberto.-
Dislivello (m)
795
Quota partenza (m)
1401
Quota vetta/quota (m)
2196
Esposizione
Est
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Località di partenza
Ci siamo trovati alle 8.30 al colorificio di avigliana con Giampiero, Sam con Giulio, Cesare. Bepi con Fabio. Al Frais la temperatura è rigida -8 °C. Al parcheggio incontrato Sergio amico di Adoglio che quì ha la casa e sarebbe partito più tardi con il sole.Saliti su pista battuta fino alla fine dell'impianto e continuato su tracce ravanate fino al solito punto sopra il rudere. Nel frattempo ci ha raggiunti Gisel con il suo amico Dario. Bepi, Cesare e Fabio compreso Gisel e Dario hanno raggiunto la madonna del pilone e gli altri abbiamo aspettato che ritornassero. Discesa dignitosa fino alle piste e poi nessun problema. Incrociato Rinaldone sopra le piste. Al parcheggio la temperatura al sole era mite e abbiamo fatto un aperitivo. Poi birra e salatini a Condove.-
Dislivello (m)
725
Quota partenza (m)
1461
Quota vetta/quota (m)
2186
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Località di partenza

Con Francesca che è venuta da me alle 9.00. Verso le 10.15 a col San Giovanni ci siamo incrociati con Dino, Pat e Sam che ci hanno aspettato e saliti insieme. In punta non tanta gente. Sapetti Giovanni e Ugo Manera anche loro in punta. Discesa ancora su neve farinosa quasi intonsa scendendo tutto a sinistra con passaggio in boschina.-
Dislivello (m)
670
Quota partenza (m)
1100
Quota vetta/quota (m)
1770
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Bosco rado
Col San Giovanni

Ci siamo trovati direttamente al parcheggio alle 9.00. Temperatura di -9 °C e salita per me lenta e male ai malleoli. Arrivato in circa 2 ore e mezza, gli altri almeno 10 min. prima. Solo io sono salito in punta per la panoramica e poi subito giù dove gli altri mi aspettavano. Neve bella farinosa ma molto lavorata. Al parcheggio gli altri sono andati via mentre io e Cesare ci siamo fatti un panino speck e bree e birra. All'uscita dal bar abbiamo incontrato Andrea e Frank con cui abbiamo scambiato due parole. A casa alle 15.30--
Dislivello (m)
850
Quota partenza (m)
1260
Quota vetta/quota (m)
2115
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi
Alpe ColombinO
Ci siamo trovati al mercatò alle 7.45. Io con Giampiero e Cesare con Graziano e tutti gli altri che son partiti e non li abbiamo più visti. Arrivati al parcheggio di pragelato tutti gli evergreen erano già pronti per partire. Oggi ho messo per la prima volta gli scarponi nuovi e alla lunga ho avuto male ai malleoli pertanto la progressione non è stata buona. Abbiamo quasi raggiunto Alberto Tonietti e Bruno che si sono fermati al casotto mentre noi arrivati in punta abbiamo trovato gli evergreen pronti per la discesa. Oggi pur partendo con -17 °C in punta si stava bene e quindi ce la siamo presa con comodo. Discesa con neve tutta arata ma comunque sciabile. A metà discesa abbiamo raggiunto tutti gli altri. Al parcheggio un brindisi e poi a perosa argentina al cannone d'oro per una focaccia al vitello tonnato e birra. Anche quì ci hanno raggiunto Bruno , Tino, Alberto, Gisel e...-
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1520
Quota vetta/quota (m)
2420
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Pragelato

Ci siamo trovati con Giovanna alle 9.30 vicino al ponte isabella. Partiti da parco leopardi abbiamo seguito il sentiero 16 fino in cima abbastanza asciutto. Arrivati in circa due ore, qualche foto breve sosta e partiti per il sentiero 11 e poi 14 molto fangoso in cui sono anche scivolato per terra.. In corso moncalieri abbiamo preso un caffè e poi breve tratto sulla strada e fine gita. Giovanna ci ha regalato una bottiglia di vino chinato per me e creme per LIa. A casa abbastanza presto.-
Dislivello (m)
483
Quota partenza (m)
232
Quota vetta/quota (m)
715
Esposizione
Ovest
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentiero n.16
Torino


Ci siamo trovati con Alberto e Giampiero al colorificio alle 8.15. Oggi ultimo giorno utile per gita in zona gialla. Partiti dal parcheggio di Claviere con temperatura rigida sotto lo zero. Arrivati in cima non senza dolore ai miei stinchi già doloranti per le gite dei giorni scorsi. Al colle un po di vento e così ci siamo riparati presso la struttura del bar chiuso. Scesi su neve tutta ravanata nella parte alta ma da netà in giù pista abbastanza battuta da permettere qualche curva. Al parcheggio dopo averci diviso la pizza di Alberto siamo andati a berci una birra al bar-tabaccheria.-
Dislivello (m)
525
Quota partenza (m)
1768
Quota vetta/quota (m)
2293
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Ski area
Claviere
Con Dino ci siamo trovati alle 8.00 al colorificio e alle 9.35 da bousson con -7 °C. In punta in circa 3 ore. Dopo due ore abbiamo visto il sole all'uscita dal bosco. Oggi un male cane allo stinco per lo scarpone che pressa, ho messo anche un cerotto sulla ferita che ha prodotto. Bella giornata senza vento e panorama a 360°. Bella discesa sulla nord con neve farinosa facile da sciare fino al lago nero. Poi su stradina non ben liscia. Ultimo taglio sopra la casa alpina. Sosta al cica espagna per due bicchieri di sangria.-
Dislivello (m)
960
Quota partenza (m)
1460
Quota vetta/quota (m)
2424
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Bousson

Con Giampiero risaliamo la pista verde di Prali e arrivati in due ore e mezza con 1090 m di dislivello. Scebdendo abbiamo trovato neve di vario tipo sul plateau ma poi sulla pista tutto bene con farinella ben sciabile su fondo portante l'ultimo terzo di discesa con pista fresata. Ottima giornata con leggera brezza in punta.-
Dislivello (m)
1090
Quota partenza (m)
1450
Quota vetta/quota (m)
2540
Esposizione
Nord
Difficoltà sciistica
MS
Prali

Una risalita e discesa sulle piste chiuse di San Sicario. Neve non bellissima ma sciabile. Con Francesca ed Enrico. Ci siamo trovati alle 9.10 ad avigliana e siamo andati con la macchina di enrico. Alle 10.35 partiti con gli sci e arrivato in punta in tre ore, Male alle gambe per crampi mi hanno interrotto sul finale. Alle 17.00 a casa.-
Dislivello (m)
1000
Quota partenza (m)
1700
Quota vetta/quota (m)
2701
Esposizione
Nord-Ovest
Difficoltà sciistica
MS
San Sicario
Ci siamo trovati alle 9.00 a Lanzo e con Giampiero alle 9.45 a col San Giovanni. Partiti verso le 10.15. Neve sufficiente ma non abbastanza specie sulla pietraia. DIscesa meglio del previsto, solo qualche raschiatina. Con sci solo io, Giampiero e Bepi. Con Lia, Montse, Giovanna, Alessandra, Monica, Bepi. Banfo, Beppe e Giampiero. Fine gita con ottimo rinfresco. Saliti da viù e scesi dal col del Lys.-
Dislivello (m)
670
Quota partenza (m)
1100
Quota vetta/quota (m)
1770
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Bosco rado
Col San Giovanni
Ci siamo trovati alle 9.45 vicino il ponte balbis di corso moncalieri con Giuseppe, Montse, Renata e Pasquale. Abbiamo percorso il sentiero 12 fino in cima passando da cavoretto. Oggi tanta gente specie in bici. Nel piazzale in cima parecchio assembramento pertanto per mangiare ci siamo spostati in un punto del bosco isolato. Discesa dal sentiero 14. Abbiamo incontrato Flavio e Tina che sono scesi dal sentiero 16.-
Dislivello (m)
485
Quota partenza (m)
230
Quota vetta/quota (m)
715
Esposizione
Ovest
Grado
E-Ponte Balbis (Torino)

Ci siamo trovati alle 9.45 vicino il ponte balbis di corso moncalieri con Giuseppe, Montse, Renata e Pasquale. Abbiamo percorso il sentiero 12 fino in cima passando da cavoretto. Oggi tanta gente specie in bici. Nel piazzale in cima parecchio assembramento pertanto per mangiare ci siamo spostati in un punto del bosco isolato. Discesa dal sentiero 14. Abbiamo incontrato Flavio e Tina che sono scesi dal sentiero 16.-
Dislivello (m)
485
Quota partenza (m)
230
Quota vetta/quota (m)
715
Esposizione
Ovest
Grado
E-Ponte Balbis (Torino)



Bella escursione, gran parte fatta in cresta con passaggi esposti per niente banali , la pericolosa erba olina trovata sul percorso ha tenuto alta l’attenzione , ma ci siamo goduti ugualmente i bellissimi panorami. Salita in oltre 3 ore. Anello come da itinerario. Inizialmente cielo velato ma si è scoperto con sole caldo durante la salita.

nutrito gruppo degli amis dei brich: Lia, Montse, Francesca Verna, Francesca Vitellozzi, Francesca Morici, Giovanna, Monica, Alessandra, Angela, Tina, Bepi, Giuseppe, Cesare. -

Dislivello (m)
1100
Quota partenza (m)
1465
Quota vetta/quota (m)
2366
Esposizione
Sud-Est
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Segnaletica scarsa. All'inizio bolli gialli, poi rari ometti
Località di partenza


Strada molto tortuosa con parecchie buche.

Da Sea di torre facile e bella gita panoramica. Circa 2 ore per la cima. Leggera brezza ma sole caldo.

Con Angela, Beppe, Maurizio, Giampiero e Cesare.-

Dislivello (m)
870
Quota partenza (m)
1255
Quota vetta/quota (m)
2125
Esposizione
Est
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Ometti dopo l'Alpe Vandalino, più qualche raro segno bianco/rosso
Località di partenza

Oggi gita defaticante da Moncellier con 18 Km di sviluppo. Nonostante le numerose auto, moto e Bike sul percorso. Meteo bello ma in cima nuvole vaganti che impedivano parzialmente il panorama. Bei colori autunnali.

Gruppo numeroso con Giovanna, Lia, Montse, Alessandra, Monica, Nuria, Roberta. Fulvio, Bepi, Giuseppe, Cesare e Massimo.-

Dislivello (m)
862
Quota partenza (m)
1300
Quota vetta/quota (m)
2162
Esposizione
Sud
Grado
E
Località di partenza

Dalla frazione San Bartolomeo 1400 m (da quì divieto di accesso) e per sterrata con qualche taglio sui prati dopo h 1.05 attaccato il sentiero per i laghi e per la cima. Bella giornata con solo noi su questo itinerario e qualcuno da alpe bianca. In totale 3.30 per la salita quasi 16 km A/R con 1100 m di dislivello.

Con Silvia e Davide-

Dislivello (m)
1000
Quota partenza (m)
1410
Quota vetta/quota (m)
2389
Esposizione
Sud
Grado
E
Località di partenza

Ancora una giornata uggiosa. Peccato perché i sentieri sono belli la posizione panoramica ma non abbiamo visto niente. Previsioni meteo non azzeccate! Dalla sterrata qualche taglio nel bosco con alcuni tratti di neve fastidiosa e ritorno su sentiero che porta a colletto sellar e poi sempre su sterrata senza problemi. Aggiungo traccia gps. Con Angela, Cesare, Beppe, Maurizio, Dario e Giampiero.-

Dislivello (m)
750
Quota partenza (m)
1629
Quota vetta/quota (m)
2380
Esposizione
Ovest
Grado
E
Località di partenza

Partiti con bella giornata assolata e sgombra di nubi ma salendo si è coperto negandoci i bei panorami. Da grange della valle i primi 300 m con sentiero abbastanza ripido che poi diventa molto bello e comodo fino al passo clopaca doe ci attendevano numerosi stambecchi. Abbiamo rinunciato all’anello per via della scarsa visibilità. Al ritorno avvistati altri piccoli stambecchi nella parte bassa del bosco. Capatina al rifugio che era già chiuso.

Oggi gruppo numeroso con Montse, Tina, Angela, Renata, Lia, Bepi, Giuseppe, Cesare, Paolo e Pasquale.-

Dislivello (m)
958
Quota partenza (m)
1780
Quota vetta/quota (m)
2744
Esposizione
Sud
Grado
E
Località di partenza

Saliti con auto 4×4 fino a case Alberet e poi preso un sentiero che conduce alla cresta est proveniente dalla cappella bianca. Da qui in cima ai quattro denti e proseguito fino alla cima del vallone. Un paio di stambecchi sotto la cima e panorami molto belli in una giornata assolata e quasi sgombra di nuvole. Ritorno facendo l’anello passando vicino al buco di Romean e in direzione delle case Rigaud. Sulla sterrata abbiamo intercettato un sentiero poco segnato che taglia verso case Alberet e chiudere l’anello.

Con Cesare e Giampiero-

Dislivello (m)
1207
Quota partenza (m)
1229
Quota vetta/quota (m)
2436
Esposizione
Sud
Grado
EE
Località di partenza

Dovevamo andare al gran Truc dalla vallo angrogna ma le previsioni sono pessime per cui si decide per il Peloux, ma dato che era ancora in ombra e fa molto freddo decidiamo per ciantiplagna. Giornata fredda ma con il sole va meglio. In cima ottimi panorami e bella compagnia. Con Montse, Lia, Tina, Angela, Daniela, Cesare, Bepi, Massimo e Giuseppe.-
Dislivello (m)
673
Quota partenza (m)
2176
Quota vetta/quota (m)
2849
Esposizione
Sud
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
strada militare, poi sentiero evidente
Località di partenza

Oggi bella giornata, con 4×4 fino a quota 1800 e poi su dorsale senza traccia fino in cima allo sbaron (poco frequentata). Dalla punta buona traccia fino al grifone e poi scesi per ripido pendio erboso (senza sentiero) fino alla strada sterrata vicino all’alpe della portia. da qui lungo trasferimento di su sterrata perchiudere lìanello, Nel complesso 750 m di dislivello e circa 13 km di sviluppo. Ottimo panorama dalle due cime. Con Giampiero-

Dislivello (m)
1100
Quota partenza (m)
1440
Quota vetta/quota (m)
2408
Esposizione
Sud
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
nessun
Località di partenza

Con 4×4 abbiamo parcheggiato a quota 1300 circa e raggiunto il monte soglio. Dopo una breve sosta partiti per l’uja con una lunga traversata di 1.50 h, Ottimo sentiero fino all’alpe dell’uja (concide con il TMS e alta via canavese) da quì in su vaga traccia che ogni tanto sparisce fino in punta ma nessun problema. Discesa senza ritornare al soglio ma in prossimità dei tralicci vi è un sentiero che taglia verso la sterrata. Oggi bella giornata tersa e ottimi panorami. Con Giampiero e Francesca-

Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
980
Quota vetta/quota (m)
2142
Esposizione
Varie
Grado
E
Località di partenza

Oggi il meteo sui monti d confine non è ottimale, solo io e Lia abbiamo fatto la gita e non è andata male. Montse e Giovanna sono andate a Biella a trovare Daniela. Saliti in poco più di un ora e scesi sul lato opposto in un ora e venti. A casa molto presto.-
Dislivello (m)
540
Quota partenza (m)
297
Quota vetta/quota (m)
837
Esposizione
Sud
Grado
E
Località di partenza
Forse l’ultima occasione di un escursione sul filo dei 3000 m per questa stagione. Salita un pò rallentata per alcuni accumuli di neve lungo il sentiero. Meteo senza una nuvola. Con Giampiero
Dislivello (m)
1130
Quota partenza (m)
1850
Quota vetta/quota (m)
2980
Esposizione
Sud
Grado
E

Partiti da chateau parcheggio vicino farmacia e PT. Dopo circa 200 m su asfalto girato a sinistra su ponte da dove inizia il sentiero 4F. Si perde quota per circa un ora attraversando del pietraie di frane poco agevoli, dove vi è il bivio per otre l’eve. da quì si comincia a salire su buon sentiero facendo poco dislivello ma che in alcuni tratti ripido specie l’ultimo per arrivare al lago (4-ore). Ritorno prendendo il sentiero a mezzacosta che porta nel vallone accanto sempre ben segnato a facile da scendere fino alle piste ed intercettare vicino alla stazione intermedia a sinistra la stradina lastricata che porta a chardonney e quindi al parcheggio, tempo di discesa meno di tre ore (consigliato il rientro dalle pista).

con Lia, Montse, Monica, Alessandra, Luana,Renata, Giuseppe, Bepi, Pasquale.-

Dislivello (m)
1030
Quota partenza (m)
1200
Quota vetta/quota (m)
2230
Esposizione
Varie
Grado
E


Gita ideale per una giornata uggiosa e piovosa come oggi. Poco dislivello ma lunga 18 Km A/R. Tutta su sterrata tranne un tratto di sentiero ripido che porta alla quota più alta a 2/3 del percorso. Da percorrere 14 gallerie indispensabile una torcia o frontale. Ritorno fatto tutto sotto una debole pioggia che è cessata all’arrivo in macchina. Naturalmente poi si è schiarito con il sole. Allego traccia gps.Con Lia, Giovanna, Montse, Giuseppe e Bepi.-

Dislivello (m)
314
Quota partenza (m)
1639
Quota vetta/quota (m)
1898
Esposizione
Varie
Grado
E

 
Asfalto fino al colle valcavera e sterrata per il colle della bandia (quest'ultimo tratto rimane chiuso) sabato e domenica

Oggi trasferta risalendo il remoto vallone dell’Arma, tributario della Valle Stura di Demonte. Da Demonte al colle della Bandia (ca. 2400 m.) in auto su strada lunga, tortuosa. stretta, a tratti esposta, asfaltata tranne che nell’ultimo chilometro. (NB: chiusa sabato e domenica.). Dall’auto al colle Ancoccia e poi discesina e breve salita alla normale di Rocca la Meja, Salita come da descrizione.Punto panoramico straordinario incastonato negli altopiani vastissimi della Margherina, tra Valle Maira, Grana e Stura. Ritorno verso Val Grana lungo la stradina stretta e tortuosa che scende al Santuario di Castelmagno per il colle Fauniera, m. 2480, dove la statua in pietra di Pantani lo ricorda ai posteri. Reintegro delle risorse psico-fisiche con birra e Castelmagno e annessi a Pradleves

con Cesare, Giampiero, Beppe e Maurizio. Pochi escursionisti prima di noi e altri due dopo- 

Dettagli
Dislivello (m)
510
Quota partenza (m)
2400
Quota vetta/quota (m)
2831
Esposizione
Varie
Grado
F
Colle di Valcavera

Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Equipaggiamento
Scialpinistica

Da plateau rosa. Condizioni neve meglio del previsto. Una moquette superficiale su quasi tutta la discesa. Solo sul lungo traverso placche di ghiaccio fastidioso. Crepacci aperti meno dell’anno scorso. Tanta gente ma solo noi tre con sci. Costo A/R 33 € ma con gruppi di 5 o più 27 €. Impianti aperti fino al 27

IO Bepi e Fabio con sci, Francesca, Claudia, Anda, Enrico e Luca ramponati.-

Dislivello (m)
700
Quota partenza (m)
3480
Quota vetta/quota (m)
4165
Esposizione
Sud
Difficoltà sciistica
BSA
Tipologia
Ghiacciaio
Località di partenza

Gita fatta come da itinerario descritto. Molto impegnativa perché non sono abituato alle ferrate. Parecchi tratti attrezzati sia in salita che in discesa. Sempre massima attenzione usando imbrago caschetto e cordini con moschettoni.
Avvistati parecchi stambecchi nel pianoro prima di raggiungere la punta drone.

Con Silvia, Giampiero, Beppe, Cesare, Maurizio e Graziano.-

Dislivello (m)
530
Quota partenza (m)
2470
Quota vetta/quota (m)
2950
Esposizione
Sud-Est
Grado
EEA
Colle del Gran San Bernardo

Partiti dal parcheggio di gressoney s. Jean, Attraversato il ponte ci siamo diretti lungo la pista baby fino ad incrociare la strada asfaltata di ronca. Individuato la pietra che indica il sentiero n. 3 l’abbiamo seguito fino in punta passando dal colle della ranzola. Giornata meglio del previsto con panorami parziali sul rosa e d’intorni. Discesa sul sentiero che scende verso il laghetto ormai asciutto per chiudere l’anellino all’alpeggio sotto il colle dove abbiamo comprato dell’ottimo formaggio.

Con Lia, Giovanna, Montse, Nuria, Renata, Giuseppe, Bepi, Pasquale.-

Dislivello (m)
986
Quota partenza (m)
1433
Quota vetta/quota (m)
2388
Esposizione
Tutte
Grado
E
Ronca o Ronckè

sempre una bella gita specie con meteo al top come oggi. Visti stambecchi, camosci e pernici, forse perché nessuno in giro.Itinerari come da descrizione. Con Adina.-

Dislivello (m)
980
Quota partenza (m)
2540
Quota vetta/quota (m)
3072
Esposizione
Tutte
Grado
E

Pont de la Neige


Giornata inizialmente senza nuvole ma via via qualche nuvolaglia che impediva i panorami circostanti. Sono arrivato in cima da solo ma scendendo un altro gruppetto che saliva. Dal colle superiore di malanotte bisogna interpretare bene la salita. Secondo me si deve scendere quel tanto da poter individuare gli ometti e il sentierino tutto a sinistra della salita. Discesa più facile perchè si vede meglio il sentiero.

Da solo. Un saluto ad Alberto incontrato al lago della manica.

Dislivello (m)
778
Quota partenza (m)
2023
Quota vetta/quota (m)
2801
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
EE

Dopo una forte pioggia del mattino a Torino, ci troviamo con Giovanna alle 10.30 da noi e a Lanzo con gli altri. Partiti da Lanzo alle 11.00 e alle 12.00 siamo a pian della mussa. Pranzo alla Masinà senza grossi entusiasmi. A fine pranzo verso le 14.00 ci dirigiamo per prima a pian ciamarella per poi proseguire fino a rocca ciarva. Scesi poi per il versante opposto facendo un anello, in alcuni punti si perde il sentiero ma non si hanno mai problemi. Con Giovanna, Montse, Lia, Bepi, Giuseppe.
Dislivello (m)
604
Quota partenza (m)
1760
Quota vetta/quota (m)
2364
Esposizione
Ovest
Grado
EE

Parcheggio vicino al rif. Savoia ben sistemato con asfalto. Saliti senza problemi su sentiero ben segnato e grossi ometti sulla parte di pietraia. Ultimo tratto ben attrezzato con corde di acciaio e scalini metallici (due anni fa vi era solo il canapone). In cima ottimi panorami ma giornata ventosa. Ritorno passando fra i due laghi Leittaz e rosset. Tanta gente in zona nonostante il giorno feriale.In ottima compagnia di Adina, Beppe, Giampiero, Giovanni e Massimo-

Dislivello (m)
806
Quota partenza (m)
2532
Quota vetta/quota (m)
3338
Esposizione
Varie
Grado
Video

da sestriere tratto di sterrata per arrivare alla strada del chisonetto

Lasciata l’auto prima del diieto per la diga del chisonetto. Si fanno circa 1.5 Km su stradina asfaltata prima di iniziare il sentiero. Siamo andati verso il passo san Giacomo ma prima di arrivarci al bivio siamo andati a sinistra risparmiando un breve tratto di cresta. Avvicinamento abbastanza lungo quasi tutto sul filo di cresta e poi da quota 3000 dopo aver superato il monte sotto rognosa si sale ripidamente in cima. Oggi molto bello il meteo verso la francia, qualche nuvola sul versante italiano. Discesa diretta dal colle rognosa su sentiero detritico e ripido seguendo in alcuni tratti solo gli ometti fino ad incrociare il sentiero che proseguendo va al banchetta ma girando a sinistra ci riporta sulla nostra traccia di salita (vedi foto mappa)

Con Lia, Giovanna, Bepi, Massimo, Giampiero.-

Dislivello (m)
1246
Quota partenza (m)
2034
Quota vetta/quota (m)
3280
Esposizione
Nord-Ovest
Grado

Tranquilla e facile escursione. Partiti da grange chabaud percorrendo la sterrata non per tutte le auto ma con 4×4. Seuito la stradina fino a quasi il ponticello di legno per poi su consiglio della margara presente in loco abbiamo fatto il sentiero subito a sinistra che porta comodamente con diverse svolte sui pendii superiori e quindi su pratoni fino al laghetto du fond. Da quì labile sentiero e ometti su pietraia fino al bel bivacco Corradini e poi in punta. Con Lia

Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1657
Quota vetta/quota (m)
2945
Esposizione
Nord
Grado
E

Dopo la gita di ieri di 1350 m ds e 17 Km alla punta nera, oggi tutta su sterrata gita defaticante di 14 Km dal cole delle finestre.

Con Lia, Alessandra e Carlo. Tanta gente in zona.

Dislivello (m)
673
Quota partenza (m)
2176
Quota vetta/quota (m)
2849
Esposizione
Sud
Grado
E

Parcheggi limitati a grange della rho dove si arriva con sterrata abbastanza buona, noi con 4×4. Saliti dal sentiero che passa dalla cappella di montserrat abbastanza ripido e poi arriati al grande piano erboso a destra e sempre con pendenze sostenute si arriva agevolmente alla selletta fra le due punte. Noi abbiamo fatto prima la punta con la croce e poi l’altra. Tempo di salita h.3.40. Discesa diretta su su sentiero di salita fino ad un certo punto dove anzichè girare a destra abbiamo proseguito su crestina che porta sul versante non di salita ma che arriva direttamente sulla strada militare poco più sotto della casermetta. Da quì ritorno sulla strada sterrata più lunga ma sicuramente più defaticante.Con Lia, Francesca, Adina, Bepi, Giovanni e i due Massimo.

Dislivello (m)
1370
Quota partenza (m)
1686
Quota vetta/quota (m)
3047
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
E


ci siamo trovati alle 6.30 sotto casa con Adina una romena amica di Francesca. Alle 7.00 con gli altri a Volpiano. Con Me Giampiero e Adina e con Bepi Cesare e Massimo. Arrivati a staffal alle 8.30 dopo una sosta caffè a pont e dopo fatto i biglietti per il Gabbiet ( 10 €) alle 9.15 circa siamo partiti per la gita ma poco dopo Giampiero si accorge di non avere la macchina fotografica e nel dubbio di averla lasciata per terra torna indietro mentre noi procediamo lentamente e avvolte ci fermiamo fino a che non ci ricongiungiamo. Arrivati in punta il cielo comincia a coprirsi quindi alle 13.30 decidiamo di scendere ma ancora prima di arrivare al rifugio horestes hutte comincia a piovere per fortuna prima del gabbiet smette. Arrivati giù ci siamo fermati per una birra a Gressoney (ha pagato Giampiero) e alle 18.00 a casa.-
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
2370
Quota vetta/quota (m)
3184
Esposizione
Sud
Grado
EE

Bellissima passeggiata nel vallone di Clavalitè di quasi 19 KM con 900 m di dislivello. Coniene arrivare per la sterrata fino all’alpeggio a quota 2117 e poi a destra il sentiero è meno ripido e comodo. In discesa invece si può tagliare senza passare dall’alpeggio.

Con Lia, Montse, Renata, Pasquale e con Bepi, Giuseppe che hanno fatto il bagno.

Dislivello (m)
850
Quota partenza (m)
1525
Quota vetta/quota (m)
2368
Esposizione
Nord
Grado
E

Eravamo diretti in vanoise a fare il rateau d'aoussois ma poi abbiamo cambiato itinerario, il Lamet con meno strada ma più dislivello. Risultata una salita faticosa da quota 2700 per i ripidi pendii e per le numerose frane sul sentiero. quasi 18 Km di sviluppo e 1500 m di dislivello. Con Giampiro e Massimo.
Dislivello (m)
1505
Quota partenza (m)
2000
Quota vetta/quota (m)
3505
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
EE

Giornata fresca al mattino e tersa. Ottimi panorami. Itinerario a torto poco frequentato. Giornata turbata dalla vista di una mucca morta vicino al sentiero a quota 2300 (probabilmente inciampando a battuto la faccia). Arrivati al rifugio Scarfiotti abbiamo riferito della mucca al gestore che a sua volta ha avvertito il guardiano. Con Cesare, Beppe e Angela.

Dislivello (m): 900 m-Quota partenza (m):2149-Quota vetta/quota (m):3046-Esposizione:varie-Località di partenza:rif. scarfiotti


Condizionati dalle previsioni meteo meno peggio abbiamo fatto questa facile escursione con discreto sviluppo di circa 15 Km con 750 m di dislivello. Siamo andati allo janus dal sentiero a destra del ristorante e raggiunto il colletto e poi. In discesa dal colletto al forte du gondran e dopo una breve pausa scesi a vista in direzione del laghetto per chiudere l’anello nei pressi del ristorante e da qui sullo stesso itinerario di salita. Con Lia, Silvia e Bepi-

Dettagli
Dislivello (m)
750
Quota partenza (m)
1854
Quota vetta/quota (m)
2543
Esposizione
Varie
Grado
E
Località di partenza
Con Massimo e Bepi giornata di relax su questa facile cima da bellecombe nel parco naturale della vanoise.

Dislivello (m)  602-Quota partenza (m) 2307-Quota vetta/quota (m) 2909-Esposizionesud*ovest-Grado E-Località di partenza:bellecombe-Punti d'appoggio:Refuge du Plan du Lac


Con Francesca alle 8.00 da me e poi alle 8.30 ad Avigliana a prendere la sua amica Francesca. Alle 10.00 iniziamo la gita e in due ore siamo in cima. Lunga sosta e panino e poi scesi e siamo arrivati alla macchina alle 15.30 e dopo aver bevuto una birra che ha portato Franci siamo ripartiti e arrivato a casa dopo le 17.00.
Dislivello (m)
800
Quota partenza (m)
1770
Quota vetta/quota (m)
2545
Esposizione
Ovest
Grado
E
Grange di Valle Stretta
Ci siamo trovati alle 6.30 a mercatò e poi abbiamo fatto le macchine. Lia e Giovanna con i Banfo, io con Cesare ed Angela, Bepi con Miriam, Monica ed Alessandra. A chianale alle 8.30 siamo partiti. Arrivati al Bivacco Olivero Giuseppe, Miriam e Bepi senza aspettare troppo sono partiti a fare la cima con l'ometto e Lia con Cesare e Angele non sono riusciti ad agganciare i primi e si sono diretti al colle del Lupo parecchio più lontano rispetto alla cimetta. Io con le altre siamo rimasti al lago longet a mangiare e poi tornare indietro e nel contempo ci hanno raggiunti i primi ed abbiamo aspettato una mezzoretta e poi siamo scesi nella speranza di trovare alla macchina gli altri. che sono arrivati invece quasi un ora dopo. Pur essendo quasi le 17.00 non abbiamo trovato coda e siamo arrivati a casa verso le 19.00.-
Dislivello (m)
1028
Quota partenza (m)
1800
Quota vetta/quota (m)
2828
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentiero U21 fino al col Longet

Con Cesare e Angela una tranquilla passeggiata al moncenisio tralasciando l'idea iniziale di fare punta clairi.-
Dislivello (m)
740
Quota partenza (m)
2135
Quota vetta/quota (m)
2822
Esposizione
Sud
Grado
E

Partito da casa verso le 8.00 e alle 9.20 dal parcheggio da solo. Salito con molta calma prendendo il sentiero più lungo e arrivo in punta in poco più di due ore. Solo un ragazzo che mi ha sorpassato ed arrivato in cima. POchi minuti e poi sono sceso al cugno. Giornata con molte nuvole e molto caldo. Niente fiori, niente animali  e sentiero sempre disagevole, insomma un posto da non andare in questo periodo meglio con la neve. Arrivato alla macchina alle 14.00 e alle 15.00 a casa.-
Dislivello (m)-
861
Quota partenza (m)
1258
Quota vetta/quota (m)
2119
Esposizione
Nord-Est
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Rare frecce rosse-punti di appoggio:Ristorante Aquila all'Alpe Colombino, Bivacco Terzo Alpini al Colle dell'Aquila

















Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: partenza da borgo vecchio

Partiti da borgo vecchio e proseguito lungo la sterrata fino a pian delle stelle dove si prende un sentiero a mezzacosta segnalato da paletti che arriva comodamente alla punta melmise. Dalla punta scesi alla croce chabriere e continuato su sentierino e poi su strada militare e sterrata abbastanza ripida a chiudere l'anello poco prima di Bardonecchia. Bella giornata nonostante le previsioni.
Giro di quasi 14 Km e 1000 m di dislivello. Aggiungo traccia gps.
Con Montse, Giuseppe, Fulvio, Roberta, Francesca, Pasquale, Renata, Massimo, Bepi e Lia.-sentiero tipo,n°,segnavia: 711-difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m): 1330-quota vetta/quota massima (m): 2310-dislivello salita totale (m): 980
località partenza: Bardonecchia, Borgo Vecchio (Bardonecchia , TO )


Festival di stambecchi. Ritorno alla Costa di Mentà per recuperare una maglietta dimenticata mercoledì scorso. Ieri però mi hanno telefonato da Verbania che é stata recuperata ma ormai l'organizzazione era partita :-). Mi sarà restituita quando Paolo verrà tra i nostri monti. Con Gisel, Alberto, Dino e Bepi.

tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1800-quota vetta/quota massima (m): 2822-dislivello totale (m): 1000
località partenza: Chiapili di Sotto (Ceresole Reale , TO )









Sciabilità :: ***** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: Farinosa-neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante-quota neve m :: 1300-attrezzatura :: scialpinistica

Dando le 5 stelle non ci sono commenti, temperatura, neve, traccia e discesa da da favola, tanta neve, scesi dalla nord con della farina da 10 stelle.......
Ottima la compagnia, come sempre, che saluto, LAURA-SEPP-CESARE T.-CESARE P.-FRANCESCA-BEPI-GISELLE-SILVIA-GEMINATI-ALBERTO-FABRIZIO-DAVIDE.-tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 1460-quota vetta/quota massima (m): 2424
dislivello totale (m): 960località partenza: Bousson (Cesana Torinese , TO )

Gita a bassa quota partendo da Losa vicino pessinetto. Giro ad anello con arrivo in punta passando da Chiaves in circa due ore, Ptanzo a sacco e poi discesa san Ignazio e rientro alla base. Tanti fiori, ruderi e bel bosco. Con Giuseppe, Montse, Bepi, Giovanna, Lia, Monica e Alessandra.-

sentiero tipo,n°,segnavia: salita 335 fino a Chiaves, poi tracce alla cima, da Tortore discesa sul 350-difficoltà: E   [scala difficoltà]-esposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 547
quota vetta/quota massima (m): 1160-dislivello salita totale (m): 750-località partenza: Pessinetto (Pessinetto , TO )-cartografia: Fraternali 1:25000 n.9 Basse Valli di Lanzo, Val Ceronda e Casternone.


Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: Farinosa-neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica

Lieve sole, come da meteo fino alle 13 circa, partiti dal parcheggio con gli sky ai piedi, oltre le nevicate dei giorni scorsi ha dato un'altra spruzzata questa notte, una bella traccia fatta da chi ci ha preceduto (molto mattinieri) man mano che salivamo il manto nevoso saliva di spessore, la temperatura nella parte bassa era un po elevata, dopo di che un leggero venticello. Sempre fantastico il panorama, verso col Serena e col Malatrà si vedeva una lieve foschia. Inutile dire che è stata una sciata bellissima da 5 stelle nella parte superiore, man mano che scendevamo la neve era più pesante, molti skyalp in giro sicuramente domani sarà ancora molto gettonata, arrivati alla macchina il tempo si stava chiudendo, altre nevicate??????????
Sempre in compagnia degli amici Mario, Laura, Fabrizio, Bepi, Cesare T. ( mancava Alberto a casa con la bronchite) lo salutiamo caramente, ci siamo fermati alla Trattoria Mariettya ad Etroubles (Aosta) che consiglio vivamente, prezzo e qualità ottimi.-tipo itinerario: ski area-difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-quota partenza (m): 1650
quota vetta/quota massima (m): 2609-dislivello totale (m): 959località partenza: Mottes (Saint-Rhemy-En-Bosses , AO )-filmatino

Sciabilità :: *** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante-neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante-attrezzatura :: scialpinistica

Credevamo di trovare della neve fresca caduta ieri ma il vento ha fatto un disastro, scendendo verso il canale del Lance un pò di cumulo di neve fresca si è trovata, tutto sommato non è andata cosi male (in salita alcuni di noi hanno messo i rampa è meglio averli dietro)
Un saluto ai soci Sepp-SILVIA-GISELLE-FABRIZIO.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1624
quota vetta/quota massima (m): 2290-dislivello totale (m): 670località partenza: Pian Benot (Usseglio , TO )-filmatino

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata-neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata-quota neve m :: 1800-attrezzatura :: scialpinistica

Partiti dalla macchina con ski nei piedi, saliti x la stradina, poi pezzi di pista di rientro, poi tracce di ski e ciaspole fino al colle, skialp che salivano allo Chaberton e Rochees Charnier, il tempo è stato clemente un leggero venticello gradevole, scesi dal vallon des Baisses con una bellissima neve, il mal tempo si avvicinava, speriamo in una nevicate nuova, anche se neve non manca.
Un saluto ai soci , Sepp- FRANCESCA-ALBERTO-FABRIZIO.-video

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: Farinosa compatta-neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata-quota neve m :: 1800-attrezzatura :: scialpinistica

Giornata super al Pic, tanta neve partiti tranquillamente con ski ai piedi dalla macchina, caldo come da previsione, tanti skialp in giro, sempre ottimo panorama su in cima, in discesa si spazia dove si vuole, neve bella da cima a fondo, pericolo direi quasi nullo, gita consigliatissima...... alcuni punti si poteva anche sfiorare le 5 stelle
Un saluto a tutti i soci di oggi, con l'occasione abbiamo festeggiato il carnevale su in cima, e all'arrivo alle macchine, con una varietà di cibi e bevande....Con Gisel, Sepp, Cesare, Cesare, Alberto, Dino, Laura e Fabrizio.-tipo itinerario: in canalone
difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Est-quota partenza (m): 1985-quota vetta/quota massima (m): 2955
dislivello totale (m): 970località partenza: R.N. Col du Lautaret (Le Monêtier-les-Bains , 05 ).video

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante-neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata-attrezzatura :: scialpinistica

Dal parcheggio vicino l'ecomostro si portano gli sci per non meno di 15 min che sono destinati ad aumentare. In alcuni tratti (sul primo canalino) neve al limite ma poi non ci sono problemi. Inizialmente bella giornata soleggiata ma poi si è velato e la neve nei tratti in piano non ha mollato, Nel complesso ancora una buona sciata. Gruppo misto con sci e ciaspole. In discesa le ciaspole nei tratti ripidi non tengono meglio a piedi.
Con Giuseppe, Bepi, Nicola, Jordi, Monica, Alessandra, Montse, Francesca e Lia.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1170-quota vetta/quota massima (m): 2390
dislivello totale (m): 1220località partenza: Tornetti (Viù , TO )


Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-quota neve m :: 1700-attrezzatura :: scialpinistica

Sicuramente nei giorni precedenti era migliore, ero intenzionato di dare 4 stelle ma non voglio esagerare, partiti un pò tardi, nella parte bassa il sole riscaldava e non c'era aria, su si stava decisamente meglio, in discesa si è trovata un pò di farinella, un pò di crosta primaverile, crosta molto dura, nel' insieme divertente, chi volesse andare la consiglio.
Tutto questo è stato accompagnato dai soci che saluto, LAURA-SEPP-CESARE-ALBERTO-DINO-GIMIGNANO-FABRIZIO.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-quota partenza (m): 1765-quota vetta/quota massima (m): 2771
dislivello totale (m): 1000località partenza: Vetan (Saint-Pierre , AO)-Video

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: Farinosa pesante-neve (parte inferiore gita) :: Bagnata-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica-Oggi sicuramente non è più la neve che hanno trovato i giorni scorsi, partiti da Busson con sole temperatura su i 2 gradi, arrivati al lago Nero si è alzato un vento abbastanza sostenuto, difatti la nostra destinazione era la Furnier, ma il vento in cima faceva correre le nuvole grigiaste fortissime, abbiamo ripiegato x Saurel, effetivamente si era un pò più riparati, le nebbie stavano coprendo anche li, tempo di arrivare in cima due foto e via di corsa x la nebbia che ci correva dietro, si è messo pure a nevicare, dei pezzi erano da 4 stelle però non voglio esagerare, peccato x la tanta neve, in questa stagione dovrebbe essere tutta super polvere, un po di zoccolo in salita ma ci stà visto le condizioni, domani ?????? ( dal lago fino Busson a tratti pioveva con il sole.....)
Voglio ringraziare tutti gli Amici che oggi hanno contribuito a festeggiare il mio primo giorno di pensione, abbiamo avuto modo di brindare tutti assieme al parcheggio, dove si sono aggregati altri skialp di Coazze e non solo, ancora grazie a LAURA-MARIO-FABRIZIO-CESARE T.-ALBERTO-MARCO-DINO-BEPI-GEMINATI soprannominato MESSNER x aver contribuito a rendere speciale questa giornata GRAZIE ALLA PROSSIMA.-

tipo itinerario: bosco rado-difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota partenza (m): 1419-quota vetta/quota massima (m): 2451-dislivello totale (m): 1032-località partenza: Bousson (Cesana Torinese , TO )-punti appoggio: Capanna Mautino

































Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: sterrata per dondena non ottimale-

Dovevamo andare a tor ponton ma poi abbiamo deciso di cambiare. Giornata spaziale e senza neve in tutto l'itinerario. Fatta gita senza anello. Dal bivio sulla sterrata per il ponticello e su diretta per le numerose svolte fin al col fussì e poi per pietraia con sentiero ed ometti fino in cima. Ritorno per lo stesso itinerario fino al piano vicino la strada e girando a sinistra sul poco marcato sentiero a sinistra del torrente fino al parcheggio. Alla fine 15 Km li abbiamo fatti.
con Lia, Montse, Renata, Giuseppe, Bepi, Massimo e Pasquale.-difficoltà: EE   [scala difficoltà]-esposizione prevalente: Nord-Ovest-quota partenza (m): 2107-quota vetta/quota massima (m): 3186-dislivello salita totale (m): 1100località partenza: Dondena (Champorcher , AO )





























Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok fino a grange di valle stretta-

Oggi una bella giornata non particolarmente calda. Come da descrizione saliti al col du vallon e dopo una pausa si decide che 4 di noi proseguono per il pic du lac blanc perdendo 50 m di quota, intraversare sul pianoro fino a raggiungere il sentierino che porta al lac blanc e quindi alla cima ( un ora e mezza dal colle). Io e l'amica Montse decidiamo di accontentarci del colle data la stanchezza della gita del giorno prima. Solo 4star perchè in alcuni tratti il sentiero è detritico e scivoloso.
IN cima sono andati Lia, Giovanna, Bepi e Giuseppe.-difficoltà: E   [scala difficoltà]-esposizione prevalente: Est-quota partenza (m): 1790-quota vetta/quota massima (m): 2980
dislivello salita totale (m): 1190-località partenza: Grange di Valle Stretta (Névache , 05 )




Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-attrezzatura :: scialpinistica

Rigelo ovviamente assente ma neve portante ormai ben assestata anche se molle; toccato prima la vicina Pointe e poi all'Aiguille lasciando gli sci a 30 m. dalla cima; discesa iniziale piuttosto sfondosa, poi traverso ancora assai duro e quindi lisci sulle piste affollate di squadre di ragazzi in allenamento.Ultima di stagione, più che decente; con sette irriducibili Evergreen e Barbara, la ''mascotte'' ......difficoltà: BS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 2700
quota vetta/quota massima (m): 3386
dislivello totale (m): 700-località partenza: Pont de la Neige (Bonneval-sur-Arc , 73 )




















Oggi al banchetta. Trovato portafoglio di Giampi perso domenica.ߘ?

tipo itinerario: ski area-difficoltà: MS   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1830
quota vetta/quota massima (m): 2823-dislivello totale (m): 1000-località partenza: Sestriere Borgata (Sestriere , TO )





Giudizio Complessivo :: **/ ***** stelle-note su accesso stradale :: Ottimo Park piccoli.

Meteo nuvoloso alto con momenti di solino pallido.Eseguito il percorso come da descrizione piccola variante dalla cappella Kiri giù x il sentiero 1a che porta direttamente alla strada asfaltata ed evita di fare parte in comune dell'anello descritto.Il tratto in traverso dalle alpe Sauron in poi sentiero poco evidente in alcuni punti consigliabile gps con traccia . Nessuno sul percorso oltre a noi 7. Ottimo pic nic all'alpe.- Con Lia, Montse, Giovanna, Giuseppe, Bepi e Flavio-difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est-quota partenza (m): 1050-quota vetta/quota massima (m): 1800-dislivello salita totale (m): 750-località partenza: Borney (Fontainemore , AO )
Fermati prima della meta al gran piano per troppa neve sul sentiero e per il meteo che ci dava preoccupazione. Bella escursione da rifare soprattutto per i numerosi animali incontrati. Con Lia, Montse e Giuseppe.

difficoltà: E   [scala difficoltà]-esposizione prevalente: Varie-quota partenza (m): 1370-quota vetta/quota massima (m): 2222
dislivello salita totale (m): 850località partenza: Balmarossa (Noasca , TO )








Bella gita oggi alla testa del furggen al cospetto del cervino. Io e Giamoiero da plan maison e gli altri da cervinia. Chapeau. Con Paola, Claudia, Marco, Giampiero, Cesare e Alberto.

difficoltà: BSA   [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest-quota partenza (m): 2006-quota vetta/quota massima (m): 3492-dislivello totale (m): 1486località partenza: Cervinia (Valtournenche , AO )-video


Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: Parcheggio a Posio a lisca di pesce con 8 posti

Splendida giornata, purtroppo tutto secco non so come faranno gli alpeggi a nutrire ed abbeverare le mandrie. Qualche rimasuglio di neve nei versanti meno esposti. Consiglio a chi arriva in cima di proseguire sulla cima fino ad arrivare sopra il colletto di Oreggi perché il panorama è più aperto e si ha una bella vista sul lago d’Eugio. Con Lia, Giovanna e Tonino.-sentiero tipo,n°,segnavia: Segnavia bianco/rossi nuovi all'inizio, poi molto stinti-difficoltà: E   [scala difficoltà]-esposizione prevalente: Varie-quota partenza (m): 1390
quota vetta/quota massima (m): 2158-
dislivello salita totale (m): 768località partenza: Posio (Ribordone , TO )