indice alfabetico degli album

 

i nostri gatti

 

torna su

                   Album recenti                              mail: lo.monaco@libero.it





Sciabilità :: **** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-attrezzatura :: scialpinistica

Giornata spaziale; sci dalla strada,buon rigelo, utilizzato i coltelli per tutto il canale e poi sull'ultimo traverso.. Partiti dal Pont de l'Aiguilette; mentre Cesare e Massimo si fermavano al colle, Gigi per cresta con i ramponi ed io ed Alberto con gli sci perdendo un po di quota e salendo da dietro. Con Alberto, Cesare, Gigi e Massimo.  Discesa parte alta con neve compatta primaverile che ha mollato il giusto. Canale finale da fare con un po di attenzione perché in alcuni punti si sfonda. Sci ai piedi fino al  ponte. 4 stelle come media, la parte alta è da 5. Consigliatissima; in parecchi sul percorso. pic nic finale esagerato....difficoltàesposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 2476
quota vetta/quota massima (m): 3357
dislivello totale (m): 900località partenza: Ponte de l'Aiguilette/Pont de la Neige (Bonneval-sur-Arc , 73 )








Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: umida-note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 2100-attrezzatura :: scialpinistica

Strada tutta asfaltata fino a le fond. Dal parcheggio sci in spalla per 10-15 min. Lunghissimo spostamento per la cima di circa 15-16 km A/R. Oggi bellissima neve specie sulla parte superiore con una spolverata di fresca su fondo portante e poi via via ancora su velluto fino al pianoro. Lunghissimo traverso da fare stando sulle tracce esistenti per non sfondare ma noi siamo scesi alle 13.30! Tolti gli sci a 200 m lineari dalla macchina.

Con Sepp, Giuseppe, I due Cesare, Daniela, Giampiero, Gimignano, Massimo, Alberto, Andrea,Jordi.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 2035-quota vetta/quota massima (m): 3293-dislivello totale (m): 1258-località partenza: les Fonts (Cervières , 05 )-punti appoggio: Gite d'Etape di Les Fonts-video1-video2






Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 1800-attrezzatura :: scialpinistica

Arrivare a fine aprile e trovare ancora delle condizioni invernali è fantastico, il freddo ha mantenuto la neve in ottime condizione, ski fino alla macchina. Un saluto a tutta la combricola formata da: Sepp, Gemignano, Giampiero, Marco, Cory, Sem, Pat, Rodolfo, Alberto che sono partiti a razzo ci hanno aspettato in punta e scesi subito per andare via. Pat e Cory si sono fermati prima e Sem attardato è arrivato alla macchina dopo. Incontrati Mangiafioca, Maurizio e Gigi.-tipo itinerario: ski area-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1800-quota vetta/quota massima (m): 2823-dislivello totale (m): 1023località partenza: Sestriere Borgata (Sestriere , TO )-video





Bella gita nella zona di biella con Montse, Lia e Giuseppe. Partiti non presto per cui siamo arrivati tardi in quanto il giro era abbastanza lungo.-

difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud-Est-quota partenza (m): 969-quota vetta/quota massima (m): 2044-dislivello salita totale (m): 1075-località partenza: Viera (Coggiola , BI )-punti appoggio: Rifugio Monte Barone mt. 1610




mar   11//04/2017

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900-attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima sciata se pur breve. Sceso alle 10.00 con bella neve vellutata.Peccato che adesso il portage è di almeno 20 min. in discesa. Oggi solo io su questo itinerario, sul pelouxe almeno una decina. Saluti a Maurizio ( che ha fatto il pelouxe) con cui abbiamo scambiato due parole al parcheggio.-tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Sud-quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 2543-dislivello totale (m): 700-località partenza: Pian dell'alpe (Usseaux , TO )-video1-video2-video3


dom   09//04/2017

Oggi solamente con Lia, Giovanna e Bepi per non pestare neve. Gita deludente per via della foschia che limitava il paesaggio. Se pur con poco dislivello impegnatva speci il ritorno sul rif. Melano con sentiero ripido e scivoloso. Dislivello complessivo di circa 750 m e sviluppo di 12 Km.


sab   08//04/2017

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Prima volta su questa gita. Scesi verso le 11.00 quando il sole aveva appena toccato il pendio. Ottima neve portante anche se un po dura e da metà in giù sempre più morbida. Nel canalino in basso già troppo molle e sul piano bisogna spingere ma da quì comincia a non essere continua.
Oggi noi in dodici. Ottima compagnia e poco affollamento. Con Giminano, Giampiero, Rinaldo, Simona, Marco, Andrea, Sepp, Pat, Claudia,Daniela e Rodolfo.-tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Sud-quota partenza (m): 1557-quota vetta/quota massima (m): 2543-dislivello totale (m): 986località partenza: Balboutet (Usseaux , TO-video 1-video 2


gio   06//04/2017

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti verso le 8.30 e vi era già una traccia di gente che è andata a fare il colle della portia pertanto visto che i pendii erano pressochè intonsi siamo scesi su circa 15 cm di farina per i primi trecento metri e poi ripellato per salire al colle delle lance e fare anche la discesa da lì ancora da tritare. Via via che si scendeva vicino al laghetto già la neve era in fase di trasformazione ma ancora sciabile fino alla pista che avevano fresato in mattinata. Giornata splendida e bella gitarella.
Un saluto ai compagni di gita incontrati al parcheggio: Luigi le due Paola ed Enrico.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS  esposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1624-quota vetta/quota massima (m): 2290-dislivello totale (m): 670località partenza: Pian Benot (Usseglio , TO


sab   01//04/2017

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 2000-attrezzatura :: scialpinistica
Siamo riusciti anticipare il meteo, in Valle d'Aosta dava bello fino al pomeriggio, così è stato, gita azzeccata grazie al nostro amico Mariolino, le 4 stelle vanno bene potevano essere 5 se la neve avesse mollato un pò. un portage di 10 minuti sulla cresta ovest dopo di che messo i rampa per arrivare in cima, il vento freddo ha mantenuto la neve dura sulla parte alta, discesa fantastica.......Un saluto a tutta la compagnia con Bepi, Sepp, Pat, Marco, Daniela, Sergio e Claudia. aspettiamo la neve nuova.........difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 2023
quota vetta/quota massima (m): 2852-dislivello totale (m): 830località partenza: Parch. Cheneil (Valtournenche , AO )


dom   26//03/2017

Oggi le previsioni sono migliori di ieri. Ha nevicato fino alle 8.00 del mattino ma quando arriviamo noi al colle verso le 9.30 c'è il sole ed il manto nevoso nuovo fin dalla partenza è di circa 30 cm. Con Frank, i due alessandro ( neofiti dello scialpinismo), Alberto e Bepi risaliamo di nuovo le piste del rocher e abbandoniamo l'idea di andare al forte del Gondran in quanto ci informano alla partenza che gli impianti in alto non funzionano per problemi elettrici e scendere fuori pista dal gondran avremmo dovuto spingere. Salendo abbiamo incrociato Luigi e Paola che scendono sulle piste non battute con pochi cm di farina. Incrociamo anche Livio Berte e compagna. Arriviamo alla casetta quando ancora gli impianti sono chiusi. Rimaniamo a lungo forse troppo perchè quando decidiamo di scendere hanno riaperto la seggiovia e quindi la tritatura delle piste. Io e Bepi abbiamo fatto una deviazione fuori pista con neve ancora farinosa ma da metà in giù vi abbiamo rinunciato perchè la neve si era troppo appesantita. Nel complesso una bella sciata ed una bella giornata.-tipo itinerario: ski area
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 1850-quota vetta/quota massima (m): 2650-dislivello totale (m): 800località partenza: Monginevro (Montgenèvre , 05 )


sab   25//03/2017

Oggi nonostante le previsioni meteo io e Frank siamo partiti. Al parcheggio pioveva, abbiamo aspettato che smettesse un po e siamo partiti. Siamo saliti sempre sotto una debole nevicata.  Ogni tanto faceva capolino il sole ma non si è materializzato. Partiti dopo una lunga pausa con nebbia che si è dissolta via via scendendo. Tutto sommato le piste non erano tanto arate. Samo arrivati alla macchina che pioveva.-tipo itinerario: ski area
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 1850-quota vetta/quota massima (m): 2650-dislivello totale (m): 800località partenza: Monginevro (Montgenèvre , 05 )


dom   19//03/2017

Oggi ritrovo a Courgnè alle 8.00 con Giuseppe, Montse, Jordi e Bepi. Daniela si è trovata sotto casa. Partiti con gli sci verso le 9.15 ed arrivo in punta in un ora e quaranta. Lia e Montste hanno fatto un giro ad anello con le ciaspole senza arrivare in punta. Non tanta gente. Bella discesa fin sotto la metà poi la neve più molle ed in alcuni punti sfondosa che richiedeva attenzione. Sulle piste nessun problema e ancora per oggi continuità fino al parcheggio.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota partenza (m): 1401-quota vetta/quota massima (m): 2196-dislivello totale (m): 795località partenza: Carello (Locana , TO


sab   18//03/2017

Partiti verso le 8.15 dalla macchina e arrivo in punta alle 11.45. Raffiche di vento lungo il percorso sotto il canale hanno convinto Sepp e Carlin a rinunciare mentre Rinaldo ha abbandonato nel canale perchè gli si è rotto l'attacco dei rampant. Rodo e Alberto in fuga ci hanno aspettato più di mezzora in punta. In cima il vento era sopportabile ma era arrivata un po di nebbia che ci ha costretto ad una rapida discesa. Via via la visibilità è migliorata ed il manto nevoso molto ben sciabile nel canalone. La neve ha tenuto bene sino alla fine e sulla stradina ancora continuità ma qualche pietra cominciava ad affiorare. Incrociato Guido mangiafioca ed in punta l'amico Bepun. Con Giampiero, Rodo, Alberto, Andrea in punta. Gli altri ci hanno aspettato in macchina: Sepp, Carlin e Rinaldo. Ottimo pranzo a Claviere alla colonia alpina.-tipo itinerario: in canalone
difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Sud-Ovest-quota partenza (m): 1840-quota vetta/quota massima (m): 3067-dislivello totale (m): 1227-località partenza: Montgenèvre (Montgenèvre , 05 )-video


dom   12//03/2017

Oggi solo noi quattro, Giovanna, Bepi e Lia. Ne è venuta una bella gitarella con meteo meglio di tanti altri posti. Salita per buona parte su pista da fondo e ciaspole e discesa su un altro versante fino ad intercettare di nuovo la pista da fondo ben sciabile fino al parcheggio. Dislivello di quasi 700 m con notevole sviluppo di quasi 12 Km.


sab   11//03/2017

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1500-attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per le piste oggi con impianti chiusi e a tratti ripida. Deviato sotto il clot della soma per il morefreddo. Nessun problema, coltelli utili ma non indispensabili. In cima una leggera brezza. Oltre a noi un folto gruppo. Discesa dalla punta su neve da rigelo portante poi su neve primaverile. Via via la neve diventava più umida e collosa ma sempre ben sciabile.Abbiamo deviato a sinistra rispetto agli impianti e siamo finiti sopra Laval e poi con qualche tratto senza neve siamo riusciti ad arrivare sulla pista da fondo vicino al primo ponte e vicino al parcheggio. Sulle piste ancora per poco la continuità di neve in basso. Con Simona, Rinaldo, Rodo, Pat, Dino, Gimignano, Gualtiero e Sem.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1605-quota vetta/quota massima (m): 2769-dislivello totale (m): 1164località partenza: Pattemouche (Pragelato , TO )-video


dom   05//03/2017

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-quota neve m :: 1300-attrezzatura :: scialpinistica-

Bellissima sciata il giorno dopo la nevicata. Circa 30 cm di neve recente su fondo portante. Salita su ottima traccia di quelli che ci hanno preceduti (pochi). Bella giornata e ottimo panorama fino alle 13.00 circa poi via via più nuvoloso. Discesa di circa 300 m e ripellata verso il colle delle lance quasi intonso. Scesi senza far uso delle piste con un po di ravanamento su neve sempre più umida da fare lo zoccolo. Gruppo misto con ciaspolatori e scialpinisti. Saluti a tutti.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1624-quota vetta/quota massima (m): 2290-dislivello totale (m): 670località partenza: Pian Benot (Usseglio , TO )-video-video2-video3


lun   27//02/2017

sciabilità***-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-attrezzatura :: scialpinistica
Pochissima gente, e bella giornata con nuvole in aumento. Salito dal plateau per capire le condizioni della neve che al momento è poco sciabile per crosta non portante. Sceso dalla dorsale come fosse in pista per come è tracciato. Si arriva ancora con gli sci al parcheggio.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS  esposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota partenza (m): 1401-quota vetta/quota massima (m): 2196-dislivello totale (m): 795-località partenza: Carello (Locana , TO )


dom   26//02/2017

sciabilità ***-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Dal cimitero per la strada sterrata dopo cinque minuti si becca la neve. Una ventina di metri senza materia prima sui prati e poi continua fino in cima. Bella discesa su primaverile. Oggi giornata calda senza vento. Gruppo misto con ciaspole e sci. Con Bepi e Giuseppe che fatta mezza discesa hanno ripellato, Con ciaspole: Cory, Montse, Giovanna, Lia, e Massimo.-tipo itinerario: bosco rado-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota partenza (m): 1100-quota vetta/quota massima (m): 1770-dislivello totale (m): 670
località partenza: Col San Giovanni (Viù , TO )


sab  25//02/2017

osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: altro-attrezzatura :: scialpinistica
Non credevamo di trovare un tempo così balordo, le previsioni erano tutt'altro a Pinerolo e Barge qualche goccia di pioggia scendeva, arrivati su un pò di nevischio, fatto la salita sotto la nebbia, sulla cima nebbione fitto che non ci ha permesso di vedere nulla, scesi sulla cresta che ci ha portato fino agli impianti, da qui abbiamo proseguito sulle piste di Pian Munè, credevo peggio ........
Ci siamo ritrovati a fine gita alla Colletta da Roberto con l'amico con l'amico Carlin, con cui abbiamo fatto la gita e il fine gita in piola!!! Saluto gli amici, Sepp,Rodo,Frank, Andrea, Rinaldo,Simona, Paola .-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 1500-quota vetta/quota massima (m): 2385-dislivello totale (m): 885località partenza: Pian Munè (Paesana , CN )



dom   19//02/2017

Oggi Lia a casa con la febbre. Montse e Beppe sono venuti a prendermi e anche Bepi si trovava sotto casa. Daniela che non aveva dato conferma si è riunita a noi al parcheggio. Salita con molta calma fino in punta, giornata spettacolare senza vento e foschia in pianura. Ancora una bella discesa stando a destra della parte alta con un po di farina e poi sosta all'intermedio dove ci aspettava montse. Ancora qualche curva su farina molto arata e poi stradina senza problemi. Con Montse, Beppe, Bepi e Daniela. Dislivello 900 m. Mentre partivamo incrociato Rodo che aveva finito la gita.


sab  18//02/2017

Ancora farina per quasi mezza discesa e poi crosta non portante e portante. Dino e Gimignano si sono spinti anche alla riba del Gias. Con Simona, Daniela, Rinaldo, Pat, Rodo, Frank, Bruno. Sosta al ristorante della colletta.-video


dom   12//02/2017

Partiti solo con Lia al parcheggio vi era Rosanna ed i suoi amici Elda e Carlo. Abbiamo condiviso quasi tutta la discesa e poi al rifugio loro sono scesi subito mentre noi abbiamo chiesto di poter mangiare al Rey ma era tutto prenoteto. Scesi al parcheggio io e Lia abbiamo mangiato la pizzetta al bar vicino con birretta e poi a casa arrivando abbastanza presto.


sab  11//02/2017

Oggi le previsioni erano più belle di quanto non sia stato in realtà. Partiti con Frank, Giampiero, Alberto, Sepp, Adrea, Gianni con due suoi amici e Marco che è venuto da solo in macchina, il gruppo si è allungato parecchio con me Giampiero, Sepp ed andrea ulti ad arrivare in cima, Gianni che ha ripellato dopo una breve discesa ed è poi sceso velocemente con gli altri mentre noi quattro siamo scesi insieme. Bella neve farinosa fino al rifugio e poi pista battuta fino a Beaulard. Ci siamo salutati con gli altri che dovevano rientrare presto mentre con Frank, Giampiero, Marco e Alberto ci siamo fermati a mangiare le tagliatelle ai funghi al campeggio. Dislivello complessivo oltre 1000 metri.-video


dom   05//02/2017

Oggi nonostante la nevicata che ha proseguito per tutto il giorno ci troviamo al parcheggio di bousson in quanto l'appuntamento era ad Avigliana ma io avevo capito Rivoli. Con me Lia (con sci),  Bepi e poi Giampiero ad Avigliana. Con Gimignano invece Dino e Pat. Partiamo verso le 10.00 e arriviamo in due ore al rifugio. Io Lia, Bepi e Pat mangiamo la polenta gli altri proseguono per un po e dopo ci raggiungono al rifugio. In discesa con Lia e Giampiero facciamo la strada mentre con gli altri ci si vede alla macchina in quanto scesi nel bosco.


sab  04//02/2017

Oggi ci siamo trovati con Rodolfo ed il suo amico Davide con il figlio, con Frank al mercatò. Salendo al Frais Davide e Rodo sono tornati indietro perchè nevicava e se pur con poca neve sulla strada non sono riusciti a salire con le sole gomme termiche pertanto ci siamo trovati io e Frank da soli. Saliti sotto una fitta nevicata e arrivati al truc siamo dovuti scendere leggermente per stare al riparo al forte vento. Scesi su quasi 30 cm di farina su poche tracce fino in fondo e durante la discesa ha smesso di nevicare ed è venuto un cielo azzuro con il sole. La seconda discesa sulla pista dello scoiattolo sempre bella. Dislivello in salita 750 m e dislivello in discesa 1100 m.-video


dom   28//01/2017

Oggi solamente con Lia Giuseppe e Montse. Una decina di cm di neve fresca e pochissima gente. IN cima inizialmente un po d'aria ma poi si è calmata e siamo stati parecchio tempo in punta facendo anche merenda. Bella discesa sino alla macchina. Abbiamo anche incontrato Rosanna Carnisio con una sua amica con cui abbiamo condiviso la salita ma poi sono scese subito. Alla macchina alle 14:00 mentre Lia e Montse sono arrivate alle 14.50.


sab   28//01/2017

Oggi uscita con debole nevicata per cui si decide di andare al Frais con Gianni e Frank. Nella notte già ha messo qualche cm di neve e saliamo lungo le piste battendo la pista dello scoiattolo. Traccia già presente anche oltre lo skilift e oltre prima di arrivare al rudere del bar abbiamo incontrato Marco Pia con Ulrico. Ci siamo fermati sotto la madonnina dato che la visibilità non era ottimale. Siamo poi scesi lungo la via di salita tutti insieme e poi Marco e Ulrico sono andati via. Noi abbiamo ancora fatto due risalite e due discese di cui una sulla sinistra dello skilift dove vi erano poche tracce. In totale oltre 1600 m di discesa con 700 di salita. -video1-video2-video3-video4


dom   22//01/2017

Oggi date le basse temperature previste partiamo un po più tardi. Appuntamento alle 8.30 a Volpiano. Siamo soltanto in sei con Paolo, Giovanna, Bepi, Silvia e Lia. Partiamo da parcheggio con -9° ma salendo ci siamo scaldati ed in punta si stava bene tanto da esserci pentiti di non aver portato da mangiare. Lunga sosta e poi discesa con gli sci io e Bepi e gli altri circa 20 min. dopo. Alle 13.30 eravamo seduti alla trattoria di chenel. Mangiato niente male ma carissimo il prezzo. In discesa abbiamo preso l'ascensore fino al parcheggio gratuito.tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MR esposizione: Nord-quota partenza (m): 2050-quota vetta/quota massima (m): 2530-dislivello totale (m): 480
località partenza: Cheneil (Valtournenche , AO )


sab   21//01/2017

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1700-attrezzatura :: scialpinistica
Tutta sciabile nonostante i numerosi passaggi. Parte alta crosta portante da poco so5o il colle spazi ancora con neve polverosa. Un saluto a fini e mountain incontrati su questo gita. Fermato a 30 m dalla punta perche' tardi e per un traverso con neve dura su ripido. Con Giampiero, Gimignano, Dino, Frank e Daniela.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS esposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1745-quota vetta/quota massima (m): 3024-dislivello totale (m): 1265
località partenza: le Laus (Cervières , 05 )-video


dom   15//01/2017

Oggi fa ancora freddo in giro scegliamo una gita bassa e al sole. Dal centro di ceres in cima in poco meno di un ora e mezza. Con Montse, Giuseppe, Bepi, Giovanna, Lia e Agostino. In cima sono poi arrivati Roberto Falco e la moglie Daniela con i quali abbiamo poi condiviso la discesa.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 704-quota vetta/quota massima (m): 1340-dislivello salita totale (m): 650-località partenza: Ceres (Ceres , TO )


sab   14//01/2017

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica
Per stare al riparo dal vento e non rischiare nevi brutte. Con tre euro si paga il pedaggio e dopo si ha diritto ad una risalita con skilift. Saliti senza problemi al pilone ma su l'ultimo tratto utili i coltelli. Discesa su tutti i tipi di neve comunque sciabile fino alle piste ben tenute con pochi sciatori.
Con Maurizio, Sam, Dino, Rinaldo, Simona, Gimigliano e Gualtiero.-tipo itinerario: ski area-difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1461
quota vetta/quota massima (m): 2186-dislivello totale (m): 725-località partenza: Frais (Chiomonte , TO )


dom   08//01/2017

Oggi per chiudere le vacanze di natale in una giornata fredda ma più calda che a Torino bel giro ad anello con Montse e Giuseppe che sono tornati ieri dalla spagna, Giovanna, Paolo e Lia.-difficoltà: E esposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 297-quota vetta/quota massima (m): 837-dislivello salita totale (m): 540-località partenza: Piossasco (Piossasco , TO )


sab   07//01/2017

Anche oggi ci proviamo nella speranza di trovare neve sciabile ma invano neve per lo più ventata e placche da vento dure. L'unica parte divertente le piste. Incontrato al parcheggio Rita la moglie di Giorgio. Pranzo a Fubina con Alberto e Frank non soddisfacente.Con Alberto, Rodolfo e Frank.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1624-quota vetta/quota massima (m): 2290-dislivello totale (m): 670-località partenza: Pian Benot (Usseglio , TO )


ven   06//01/2017

Ritorniamo alla cialma nella speranza di trovare la neve di due giorni fa ma non sarà lo stesso il forte vento di ieri ha compromesso la sciata. Neve in molte zone ventata e dura ma comunque sciabile fino in fondo. Con Flavio, Rodolfo, Bepi e Sepp. ( Lia al mare con Giò e Mariateresa)-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS-esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1401-quota vetta/quota massima (m): 2196-dislivello totale (m): 795-località partenza: Carello (Locana , TO )


mer   04//01/2017

Sciata al di sopra delle aspettative. Neve continua dal parcheggio con qualche pietra affiorante sulla stradina di collegamento in basso. Saliti dal palteau su ottima traccia. Bella giornata non particolarmente fredda. Con Paola, Marco e Giampiero.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota partenza (m): 1401
quota vetta/quota massima (m): 2196-dislivello totale (m): 795-località partenza: Carello (Locana , TO )-video


lun   02//01/2017

Sciabilità :: * / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte inferiore gita) :: altro-note su accesso stradale :: ok al grand puy-quota neve m :: 2000-attrezzatura :: scialpinistica
Da gran puy si portano gli sci per 15/20 min, poi neve continua.Non abbiamo visto una traccia di salita ma andando verso destra dopo circa un ora abbiamo incrociato una traccia che comodamente porta fino in punta. Oggi solo io e Frank mentre altri sono andati al Blegier. Bei panorami e leggera brezza in punta. Discesa su neve che cambiava in pochi metri ma sempre poco sciabile. Sarà perché non son capace ma non sono riuscito a fare una sequenza di curve decenti. Sconsigliata.
Con Frank . Un saluto a Roberto e compagna incontrati al parcheggio con i quali abbiamo scambiato alcune impressioni sulla gita.-tipo itinerario: pendii ampi-quota partenza (m): 1521-quota vetta/quota massima (m): 2615-dislivello totale (m): 1094-ocalità partenza: Ruà (Pragelato , TO )


dom   01//01/2017

Primo giorno dell'anno con Lia breve gita di circa un ora sicuramente più calda che a Torino. Saliti dalla direttissima sud e scesi dalla nord con buon sentiero anche se in gran parte in ombra. Giornata tersa con ottimi panorami.-difficoltà: E esposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 297-quota vetta/quota massima (m): 837-dislivello salita totale (m): 540-località partenza: Piossasco (Piossasco , TO )


sab   31//12/2016

Bella giornata ed ottima farina fino al bosco, dopodichè crosta non portante e portante comunque sciabile fino alla macchina. Con Giampiero, Paola, Rodo, Dino e Mesner e i loro fedelissimi cani.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1623-quota vetta/quota massima (m): 2737
dislivello totale (m): 1114località partenza: Indritti (Prali , TO )-video


gio   29//12/2016

Con partenza da Sant'Antonio oggi sulla Tomba di Matolda, ultima parte intonsa ancora da tracciare ma in compenso poi abbiamo potuto godere una prima parte di discesa entusiasmante su farina tutta da arare....dopodiché giunti nella boschina le cose cambiavano... un bel pò di ravanamenti su neve che man mano diventava sempre più crostosa....usciti in campo aperto la neve migliorava nuovamente e diventava più sciabile su fondo duro.
E come a solito gran brindisi finale in grande allegria...con Renato, Alberto, Tino, Bruno,Fulvio,....in cima anche strisulina (claudia) e il fratello.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1200-quota vetta/quota massima (m): 2084-dislivello totale (m): 884-località partenza: Villa (Lemie , TO )


lun   26//12/2016

Oggi gita facile perchè le condizioni della neve in giro non sono buone. Gli altri amici sono andati al cervetto ma con Paola ed il suo amico Marco che provava per la prima volta è stato meglio così. Partiti da ponte riondino con poca neve e poi via via di più. Saliti a sinistra delle piste ed in meno di due ore in punta. Lia e Giovanna si sono fermate prima e tornate sui loro passi. Vento in cima che ci ha costretto a scendere subito dopo aver salutato Ezio Comba di servizio sulle piste. Discesi su pista ben levigata e poi sulla stradina tolti gli sci sull'ultimo tratto. Alle 14.30 ci siamo trovati con gli altri alla colletta. Con Noi quindi Paola, Marco, Bepi, Lia e Giovanna. Al cervetto, Carlin, Sepp, Rinaldo, Pat, Flavio e Tina non contenti della gita. Dislivello complessivo 850 m.


dom  25//12/2016

Lia stamattina non è voluta venire per cui ci siamo trovati alle 9.00 con Carlin a Barge. Strada pulita ed al parcheggio uno che partiva ed un altra coppia. Poca neve sulle prime rampe. Ci siamo trovati in cima solo in quattro. Discesa discreta fino alla boschina prima del torrente dove abbiamo perso molto tempo per non togliere gli sci e per schivare le molte piante. Risalita abbastanza lunga e poi ancora qualche curva fino al parcheggio.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota partenza (m): 1498-quota vetta/quota massima (m): 2347-dislivello totale (m): 849-località partenza: Meire Bigoire (Oncino , CN )


sab  24//12/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1300-attrezzatura :: scialpinistica-Oggi fantastica gita in tutta farina, le quattro stelle sono al pelo, ho dato le tre perchè è molto tritato da tutti gli ski alp passati in questi giorni, sicuramente sarà molto gettonata in questi giorni.
Giornata stupenda con tanti amici con Carlin arrivato dal Veneto per le Feste, Bruno, Eddy, Marvi, Pat, Miki, Tino,Sepp, Dino,Rinaldo, Simona e Mesner. Incontrato Matteo Usseglio con il gruppo CAI giovanile.Ottima rimpatriata con prosecco a volontà e vari stuzzichini,(caso mai non ne mangiassimo abbastanza in questi giorni!) Rinnovo gli auguri a tutti gli ski alp, Buonissime feste.-tipo itinerario: ski area-difficoltà: MS  esposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1520
quota vetta/quota massima (m): 2345-dislivello totale (m): 830ocalità partenza: ex seggiovia Clot della Soma


ven  23//12/2016

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 1600-attrezzatura :: scialpinistica-Circa 40 cm di fresca alla parenza e 80 cm in punta. Oggi piste chiuse ma fresate. Davanti a noi la traccia di uno solo a cui poi abbiamo dato il cambio. Ancora una decina dietro di noi. Una discesa bella tutta da tritarere .Con Fulvio e Sergio.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota partenza (m): 1624-quota vetta/quota massima (m): 2290-dislivello totale (m): 670
località partenza: Pian Benot (Usseglio , TO )


gio  22//12/2016

Oggi il mio primo giorno di vacanze di Natale. Con il numeroso gruppo degli ever green, con me in macchina Daniela e Pier Giorgio. Fulvio, Sergio i più veloci e poi ancora Tino, Renato, Alberto, Bruno, Eddy, Vittorio, Bianca e Piero. Incontrati Luigi e Paola ed inoltre Roberto e Giorgio.Neve recentissima ma non abbondante tanto da sentire quella dura sotto. Bella sciata e bella giornata.-tipo itinerario: bosco rado-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1640-quota vetta/quota massima (m): 2376
dislivello totale (m): 736-località partenza: Thures (Cesana Torinese , TO )


dom  18//12/2016

Una bella escursione nella zona di Biella vicino gli impianti di bielmonte con Lia, Montse, Luana, Giovanna, Daniela, Giuseppe e Bepi.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1190-quota vetta/quota massima (m): 2040
dislivello salita totale (m): 850- località partenza: Casa del Pescatore - Bocchetto Sessera (Tavigliano , BI )


sab  17//12/2016

Partiti da pattemouche con -5° e passati da laval quasi tutto su stradina innevata. In vetta solo noi. Discesa su crosta portante con qualche zona di neve farinosa nei valloncelli a nord. Infine abbiamo approfittato della pista da discesa aperta solo per uno sciclub ma che hanno levigato il manto nevoso come fosse marmo, con lamine affilate si può fare. Scesi qundo i pistaioli avevano già finito. In cima temperature gradevoli senza vento. Con Paola Filipponi, Claudia Canegallo ed Osvaldo che si è fermato sotto costretto dal male al ginocchio.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Ovest-quota partenza (m): 1605-quota vetta/quota massima (m): 2769-dislivello totale (m): 1164
località partenza: Pattemouche (Pragelato , TO )


dom  11//12/2016

Oggi solamente in tre disponibili gli altri hanno passato tutti. Ci siamo visti alle 9.00 con Bepi a Corio e poi siamo saliti in macchina fino a case Rui e da qui comodamente in punta. Giornata non proprio calda con un po di foschia. Scesi qusi subito sotto la punta a mangiare qualcosa. Incontrato in punta Paolo Golzio con i suoi amici. Dislivello complessivo di 850 m.


sab  10//12/2016

Gita proposta da Rinaldo che aveva fatto il giorno prima con i suoi amici del CAI Rivoli. Dopo un lungo avvicinamento su pista da fondo di quasi 7 Km siamo saliti nel ripido bosco con ottima traccia. Rodolfo più veloce è arrivato in punta ed è sceso andando a casa. Noi dopo una lunga sosta in cima dove prima di noi solo in due e tre dopo di noi siamo scesi su bella neve farinosa fino al bosco dove i pendii diventavano ripidi e stretti. Qualche scaletta per superare tratti impegnativi e poi veloce rientr sulla pista da fondo. Giornata calda al sole. Con Rinaldo, Simona, Sepp e Rodolfo. Dopo gita a Balboutet a mangiare un piatto di pasta. Dislivello 1200 m. Sviluppo totale di quasi 20 Km.-video


gio  08//12/2016

Bella gita con neve ancora quasi tutta polverosa con Giuseppe, Jordi, Bepi, Massimo, Silvia Lia, Daniela e montse. Da pila con impianti aperti ma non sul nostro itinerario. Dislivello complessivo circa 850 m.


dom  04//12/2016

Gruppo misto con ciaspole e sci. Dopo circa tre ore al colle. Discesa discreta fino all'imbocco della risalita al col de l'alpet, abbiamo raggiunto serre thiabud quindi discesa su piste fresate e morbide fino all'ultimo canale per il soleil dove la neve era dura ma comunque sciabile fino alla macchina dove siamo arrivati insieme con i ciaspolatori. Con Lia, Montse, Giuseppe, Bepi, Giovanna, Massimo e Pattoglio. Dislivello complessivo sui 1000 metri.


sab   03//12/2016

Inizialmente si voleva andare verso lo jafferau ma le nuvole in quella zona ci hanno fatto ripiegare verso il monginevro. Bella discesina su neve marciotta verso Cervieres e poi ripellato per il colle gondran e discesa ancora su bella neve farinosa su fuori pista con Giampiero. Dislivello complessivo di circa 850 m.-video


dom   27//11/2016

         

Oggi per non andare a pestare neve ci siamo tenuti bassi. Itinerario inedito con partenza diversa dall'altra volta per aver sbagliato a girare a sinistra al bivio. Percorso con un po di ravanage e quasi tutta l'andata in ombra. Arrivati al bivacco tutto è stato più facile con ritorno al sole. Con Bepi, Giuseppe, Montse, Giovanna, Daniela e Lia.


sab   26//11/2016

             

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 1800-attrezzatura :: scialpinistica
Impianti chiusi su questo versante, stradina di servizio inizialmente con poca neve rovinata ma poi ben battuta fino al colle. Bella discesa su neve fresca leggermente pesante stando fuori dal battuto. Da metà in giù un pezzo di stradina e poi la pista ripida non battuta ma con neve portante fino al parcheggio.-tipo itinerario: ski area
difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Sud-Est-quota partenza (m): 1824-quota vetta/quota massima (m): 2729-dislivello totale (m): 900località partenza: Staffal Gressoney-la-Trinitè , AO )


sab   19//11/2016

            

Gita compromessa perchè si pensava che ci fosse più neve ma se pur in salita abbiamo messo gli sci quasi subito ma aimè in discesa li abbiamo tolti quando iniziava la stradina. Con Paolo e Assandri che ha insistito per questa direzione mentre io avrei fatto in gondran. A ritono abbiamo incrociato Marco e Tiziana. In alto vento molto forte.


dom   13//11/2016

            

Occasione speciale per il compleanno di Giuseppe. Circa mezzora di camminata e poi al ristorante. Bella giornata conviviale in val pellice


sab   12//11/2016

            

Ottime condizioni di neve su questo itinerario, piste ancora non battute ma i numerosi passaggi hanno creato un bel corridoio per sciare. Solo sulla parte alta ancora pietre affioranti e nascoste. con Giampiero Assandri. Un saluto a Giuseppe Medico incrociato al parcheggio e a Giuseppe Bellotti che non ho visto ;-) Incontrato Alberto e Lorena con il gruppo di Lakota.Molto freddo alla partenza ed in cima. Quota di  partenza 1850; quota vetta 2650; dislivello 700 m. -Video


dom   06//11/2016

            

Partiti da casa alle 10.00 e alle 11.15 da col san Giovanni, Giornata non calda con leggero vento e neve sul tratto finale. Breve pausa e discesa veloce. Con Lia. Oggi davano brutto ma invece era una bella giornata e nessuno si è aggregato. Quota vetta 1770 m- Quota di partenza 1123 m. Dislivello 650 m.


mar   01//11/2016

            

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok
Partenza da grange mastrellet e saliti prima alla punta di bellecombe senza problemi nonostante qualche chiazza di neve evitabile. Scesi e saliti al mont Froid dopo un lungo avvicinamento. Discesa dal col sollier e poi dalla palina con bivio tutto a destra senza sentiero fino ad intercettare l'itinerario di salita.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2135-quota vetta/quota massima (m): 2822
dislivello salita totale (m): 1000-località partenza: grange mastrellet (Bramans , 73 )


lun   31//10/2016

            

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: strada sterrata non in buonissime condizioni fino a 1800 m
Dopo il lago blu saliti a vista dal ripido canale che va al ciarm del prete. Ritorno seguendo il sentiero che scende al lago lungo e poi proseguito per il lago grande e continuando si risale di quota per poi scendere oltre i laghi senza passare dal tratto con catene. Bella giornata e bei panorami.
Con Marco, Bepi, Francesca.-sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n° 127 - segni bianco/rossi e ometti fino al Lago Lungo, poi rari ometti-difficoltà: E  esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1795-quota vetta/quota massima (m): 2389-dislivello salita totale (m): 650-località partenza: Alpe Grosso (Lemie , TO )-cartografia: Fraternali n° 8


dom   30//10/2016

            

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok ad artaz
Abbiamo fatto il giro al contrario rispetto alla relazione in senso antiorario. Andata senza problemi di neve e ritorno con neve avvolte dura sul sentiero fastidiosa. Giornata calda e senza una nuvola.
Con Montse, Lia, Daniela, Giuseppe, Bepi, Massimo.-sentiero tipo,n°,segnavia: n. 4 salita, n.2-3 discesa
difficoltà: EE-esposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m): 1715-quota vetta/quota massima (m): 2734-dislivello salita totale (m): 1100località partenza: Artaz (La Magdeleine , AO )


sab   29//10/2016

               

Con Paola, Marina, Cristian, e Graziano partiti alle 10.00 da cime bianche e arrivati verso le 12.30 al piccolo cervino. Scesi al plateau e pranzato al rifugio con polenta alla valdaostana. Scesi velocemente sulle piste chiuse parzialmente fresate. Altra sosta al bar pasticceria di perrieres e poi giù. Arrivati a chatillon Paola si è accorta di aver dimenticato il portafogli al bar quindiritornati indietro perdendo un ora per recupero. Nel complesso è andata più che bene. Quta di partenza 2800, quota vetta 3883. Ddislivello complessivo 1100 m.


sab   22//10/2016

               

Una pellata al monte sises. Aria frizzante e bei panorami. In cima stanno ristruttarando la struttura a torretta come alloggio privato....!Dicesa dignitosa solo nei tratti più soleggiati e nella parte bassa, per il resto crosta non portante. Quota partenza: 2020 m- Quota vetta 2653 m- dislivello 633 m.


dom   16//10/2016

                

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle-note su accesso stradale :: buono

Partiti da Fubina poco dipo la chiesetta a destra. Dalla punta scesi sul colle cialmetta e poi a sinistra per ritornare sul sentiero di salita facendo un piccolo anello, Gita per niente banale per le condizioni di sentiero spesso scivoloso e da fare con particolare attenzione la discesa dal versante nordovest sul colle della cialmetta. Giro in senso antiorario di circa 12 Km e quasi 1000 m di dislivello. Con Silvia, Montserrat, Giuseppe, Massimo, Lia, Roberta e Fulvio.Un saluto Enrica incrociata insieme ad un folto gruppo mentre scendevamo.-sentiero tipo,n°,segnavia: 135-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m): 720-quota vetta/quota massima (m): 1614-località partenza: Fubina (Viù , TO )-cartografia: Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo.


sab   15//10/2016

                   

Con Gig.lBuona la prima. Partiti praticamente dal parcheggio con gli sci e seguito la traccia di chi ci ha preceduto. Arrivati fino in cima passando dal canalino. Discesa a destra del canalino toccando qualche pietra poi una spanna di farina su fondo portante fino a quota 2300 poi via via più cedevole e poco sciabile per crosta non portante. Temperature in aumento per cui è probabile che nei prossimi giorni possa trasformarsi in neve primaverile. -dislivello 800 m. Partennza dal centro paese.


dom   09//10/2016

                   

Ci siamo trovati alle 7.30 a Volpiano e abbiamo fatto due macchine, com me Lia e Giovanna mentre con Bepi Montse e Giuseppe. Partiti poco dopo le 9.00 da perriere vicino cervinia e poco più di due ore per la cima bella e facile ma purtroppo niente panorami sul cervino e dintorni. Tanti stambecchi e qualche camoscio, sicuramente da rifare con buona visibilità Grazie a Giovanna per la torta. Dislivello complessivo 800 m e e 10 km di sviluppo.


sab   08//10/2016

                  

Da solo mpartito verso le 9.15 e arrivato in punta in meno di due ore. Diversi camosci vicino la punta e leggero venticello freddo ma ottima visibilità sopra le nuvole. Al ritorno sceso sotto la cresta del malanotte e poi risalito al colletto sulla parte più bassa in poco meno di dieci minuti e anche in questa zona parecchi stambecchi. Dal colletto in giù nessuna traccia ma percorribile con un po di attenzione fin quasi al lago della manica poi da qui su sentiero fino al rifugio e alla macchina. Dislivello complessivo di 800 m con quasi dodici Km di sviluppo.


dom   02//10/2016

                  

Bella gitarella su tre vette vicine sui monti della luna con partenza da lago nero a 2000 m verso le 9.00 dopo uno sterrato di circa 5 km. Facile e bei panorami lungo tutto l'itinerario con 800 m di dislivello e quasi 10 km di sviluppo. Con Lia, Giovanna, Luana, Montse, Giuseppe, Bepi, Massimo e Giampiero.


dom   25//09/2016

                  

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: con fuoristrada fino a quota 2000 vicino al cotolivier
Partiti da quota 2000 circa dalla sterrata che conduce al cotolivier e dopo circa 4 Km di sentiero si sale rapidamente di quota fino al passo di desertes e da qui su sentiero ripido e insidioso specie in discesa si arriva alla panoramica punta clotesse. Giornata ideale con ampie zone di sereno e temperature fresche. In discesa siamo ancora risaliti ad un altra cimetta, la croce san Giuseppe.
Con Giampiero, Daniela, Carlo, Massimo, e Bepi.-sentiero tipo,n°,segnavia: tacche rosse dal Passo Desertes alla cima-difficoltà: EEesposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 1650-quota vetta/quota massima (m): 2857-dislivello salita totale (m): 1100 m


sab   24//09/2016

                   

Oggi il meteo non è bello e vado in alta valle sperando che non piova. Sgambata veloce in solitaria fino al forte e discesa. Cielo sempre velato con buona visibilità in zona ma senza panorami. Circa 12 km di sviluppo e quasi 700 m di dislivello.


dom   18//09/2016

                    

Anche oggi le previsioni non erano belle quindi per non rischiare troppo siamo partiti un po più tardi e abbiamo comunque fatto una gita con sviluppo di 12 Km e 550 m di dislivello con Lia, Montse e Giuseppe.


sab   17//09/2016

                    

Giornata grigia specie in alta valle.Gita di allenamento vicino casa. Incontrato in cima Francesca arrivata con suoi amici quando mi preparavo a scendere. Dislivello complessivo 770 m.


dom   11//09/2016

                    

Partiti verso le 9.15 dai pressi di montagna baus a quota 2300 m e su ottimo sentiero fino al colle fenetre e quindi fino alla punta con bei panorami sul bianco ma con il grand combin rimasto coperto per tutto il giorno. Dopo le foto di rito siamo ritornati al colle e proseguito su territorio svizzero per raggiungere i laghi fenetre e risaliti al col du Bastillon. Pausa pranzo per poi scendere di quota fino a 2400 m e risalire al col du chaveaux 2740 m. Qualche minuto di pausa per poi scendere fino al colle del gran San Bernardo e proseguire per altri 2 chilometri fino al parcheggio  e chiudere l'anello. Dislivello di 1100 m e 15 chilometri di sviluppo. Con Lia, Montse, Giovanna, Luana, Daniela,Francesca, Walter, Giuseppe, Bepi, Massimo.


dom   10//09/2016

                   

Partiti da pian del re con Giampiero con l'intenzione di fare la punta venezia inizialmente con bella giornata ma arrivati oltre il rifugio Giacoletti dove inizia il tratto attezzato ha cominciato a coprirsi così abbiamo ritenuto di rinunciare all'impegnativo tratto finale che arriva fino al colle del porco. Dal rifugio siam scesi sul ripido sentiero opposto fino a quota 2280 e poi risalita al colle armoine per fare dislivello e quindi un anello. Dislivello complessivo quindi di quasi 1300 m ed uno sviluppo di quasi 13 Km.


dom   04//09/2016

                    

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: parcheggio a pagamento le prime due domeniche di settembre

Oggi complice una giornata senza nuvole e bei panorami abbiamo fatto questa escursione che necessita buona visibilità sugli ultimi 350 m di dislivello senza un sentiero continuo dove bisogna sempre affidarsi agli ometti non sempre ben evidenti. Visti da lontano qualche stambecco. Oltre a noi due che arrivavano dal ghichet di sea per cresta. Con Lia, Montse, Giovanna, Roberta, Luana, Giuseppe, Bepi, Fulvio e Davide.-sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero n. 227 segnato fino al bivio, poi ometti difficoltà: EEsposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1787-quota vetta/quota massima (m): 2910-dislivello salita totale (m): 1123località partenza: Grange della Mussa (Balme , TO )


sab   03//09/2016

                     

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-Con Giampiero e Gigi. Partiti poco dopo il Colle dell'Agnello seguendo il sentiero che porta al Col de Chamoussiere; scesi fino a quota 2725 dove abbiamo preso un sentiero a destra (waypoint destra) che ci ha portato all'inizio del ripido prato che porta al colle tra il torrione roccioso Rouchon e la meta, in breve in vetta. Seguito lo stesso itinerario fino al Col de Chamoussiere e da qui saliti alle due punte del Pelvo, m. 3021 e m. 3024. Rientro all'auto per il percorso di salita. Molto bello il panorama e l'ambiente.-difficoltà: E esposizione prevalente: Tutte-quota partenza (m): 2600-quota vetta/quota massima (m): 3032-dislivello salita totale (m): 950-località partenza: colle dell'agnello


dom   28//08/2016

                        

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a malciaussia
Partiti verso 9.00 riuscendo a trovare parcheggio inizialmente con bella giornata senza nuvole e arrivati in cima con nuvole che impedivano la vista sul rocciamelone e molte altre cime. Giornata caldissima. Bel sentiero fino al colle croce di ferro ma non ben segnato dal colle fino in cima. Oltre a noi qualche altro avventore che saliva, considerato la ressa al lago non vi era nessuno neanche al colle. Una visita al rifugio Ravetto sotto il colle ben accogliente ma stranamente non indicato da nessuna segnalazione tranne che ad un bivio. Visto tre Grifoni a nessun altro animale.
Con Lia, Giovanna, Giampiero, Agostino, Bepi e Beppe.-sentiero tipo,n°,segnavia: GTA, poi tracce-difficoltà: EE esposizione prevalente: Nord-Est-quota partenza (m): 1805
quota vetta/quota massima (m): 2965-dislivello salita totale (m): 1160-ocalità partenza: Malciaussia (Usseglio , TO )


ven   26//08/2016

                        

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a grange di valle stretta
Giornata super senza una nuvola e panorami eccezionali. Saliti per la via normale e scesi passando dal lago peyron. Scendendo a quota 2700 circa vi è il bivio che indica il rifugio del thabor. Giunti al lago superarlo per poche decine di metri e ad un bivio girare a destra (non vi è nessuna indicazione) il sentiero scende gradatamente costeggiando un ruscello con acque cristalline ( da bere) fino ad incrociare sul pianoro il sentiero che arriva da pian della fonderia e da qui in breve alla macchina. Giro piuttosto lungo di oltre 21 km ( almeno 2 in più se fossimo ritornati secondo la salita). Allego cartina con traccia gps.
Con Lia e Bepi.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Varie-quota partenza (m): 1769-quota vetta/quota massima (m): 3178
dislivello salita totale (m): 1409località partenza: Grange di Valle Stretta (Névache , 05 ) punti appoggio: Rifugio III Alpini - Rifugio Re Magi


mer   24//08/2016

                        

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a le cot
Sempre una bella escursione con paesaggi spettacolari specie sul lago glaciale. Per il lago non ci sono indicazioni, dopo il ponte della recula non più di 200 m lineari vi è un cumulo di pietre e ometti sulle rocce soprastante inclinate, quella è la direzione dove poco sopra vi è il sentiero.Lo sviluppo comunque è discreto di oltre 14 Km con Itinarario normale andata e ritorno. con Lia, Giovanna, Anna, Daniela e Massimo-difficoltà: E esposizione prevalente: Ovest-quota partenza (m): 2046-quota vetta/quota massima (m): 2870-dislivello salita totale (m): 1000-località partenza: l'Ecot (Bonneval-sur-Arc , 73 )-punti appoggio: Refuge des Evettes 2590 m


lun   22//08/2016

                        

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a bellecombe con 12 Km di ottimo asfalto
Giornatona con meteo perfetto per questa gita che va effettuata con buona visibilità. Dall'alpe femma senza sentiero puntato al colletto più basso con misto di terreno erboso e pietre. Sulla dorsale ogni tanto si perde il sentiero ma il percorso è intuitivo In punta panorami con cielo terso a 360°. Discesa a sinistra dell punta su terreno friabile umido con ottimo grip senza neve. In fondo al vallone tratto di nevaio in piano e poi seguendo gli ometti ( radi) si arriva ai laghi di lanserlia, molto belli. Risalita veloce alla punta di lanserlia dove il panorama si completa con vista anche sul granparadiso. Scesi dal colle di lanserlia tagliando sui prati quando i pendii lo consentono.
Con Lia, francesca e Bepi-difficoltà: EE esposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m): 2307-dislivello salita totale (m): 1100-località partenza: Bellecombe (Termignon , 73 ) punti appoggio: Refuge du Plan du Lac


dom   21//08/2016

                        

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: strada sterrata non i buone condizioni
Bellissima giornata con panorami eccezionali. Sentiero in ottime condizioni.Senza passare dal lago miserin circa 15 Km A/R.
Con Lia, Luana e Daniela.-difficoltà: EEesposizione prevalente: Nord-Ovest-quota partenza (m): 2107-quota vetta (m): 3186
dislivello salita totale (m): 1100-località partenza: Dondena (Champorcher , AO ) punti appoggio: Rifugio Dondena 2186 m Rifugio Miserin 2582 m


mer   17//08/2016

                       

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a ghigo
Sfruttato i due tronchi di seggiovia ( 10 € A/R), scesi verso i laghi e costeggiato il lago dell'uomo e proseguendo sul sentiero si arriva al bivio che porta al passo cialancia. Noi abbiamo girato a destra per il cornour. Giornata con un po di foschia ma sempre calda e senza vento. Scesi siamo risaliti al passo del roux e quindi proseguito ed in prossimità di un ometto girati a sinistra per la punta cialancia che si raggiunge in 5 min. Poi abbiamo proseguito per il passo cialancia, il lago dei cannoni per chiudere l'anello all'arrivo della seggiovia.
Con Bepi e Francesca.-difficoltà: EEesposizione prevalente: Nord-Ovest-quota partenza (m): 2300-quota vetta (m): 2868-dislivello salita totale (m): 850-località partenza: Ghigo di Prali (Prali , TO )


lun   15//08/2016

                        

Video


dom   14//08/2016

                       


sab   13//08/2016

                       

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok
Bella giornata per questa panoramica gita. Partiti da ostafa con impianti che costano 17 € A/R. Avvistati diversi stambecchi. Visita alla punta Pinter e al bivacco in ottime condizioni con più di 20 posti. Con Giampiero.-difficoltà: EEesposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m): 2300
quota vetta (m): 3314
dislivello salita totale (m): 1000-località partenza: Ostafa (Ayas , AO )


ven   12//08/2016

                       

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a grange del rio

Partiti per fare la Ruine non abbiamo visto il sentiero che si stacca dal GTA e ci siamo trovati già alti e abbiamo ripiegato per la losetta. Bei panorami in una splendida giornata e tanti stambecchi in punta. Gita di discreto sviluppo con 15 Km A/R e quasi 1000 m di dislivello.-Con Gigi e Bepi.-sentiero tipo,n°,segnavia: U18
difficoltà: Eesposizione prevalente: Ovest-quota partenza (m): 2001-quota vetta (m): 3054-dislivello salita totale (m): 1053-località partenza: Grange del Rio (Pontechianale , CN )punti appoggio: rifugio savigliano a pontechianale


dom   07//08/2016

                       

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a staffal
Partiti dal gabiet ( costo 10 € A/R) e fatto il sentiero senza passare dal colle salza tenendo sempre la destra ai vari bivi e quando si è sulle balze rocciose grosso ometto con indicazione alta luce si arriva comodamente in vetta. Oggi giornata molto bella con scorci di veduta a 360° e ottimo balcone sul monte rosa con la Giordani, la vincent il castore e liskamm. Parecchia gente e alcluni stambecchi.
Con Lia e Massimo.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 2370-quota vetta (m): 3184-dislivello salita totale (m): 900-località partenza: Gabiet (Gressoney-la-Trinitè , AO )-cartografia: ALP 3 Monte Rosa 35000-bibliografia: Zavatta Le valli del Rosa


sab   06//08/2016

                      

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: parcheggio poco sotto il rifugio
Giornata molto bella e calda. Itinerario sempre ben evidente ma lungo circa 15 Km A/R un po troppo per raggiungere una cima minore del gruppo con il sommeiller e il vallonetto. Poca gente in giro e il bivacco sigot in buone condizioni con già qualche prenotato. Il sentiero dal lago delle monache al rifugio non è bellissimo e richiede sempre attenzione pena qualche storta come è accaduto ad uno di noi. Nessun problema tecnico su tutto l'itinerario. Nei pressi del rudere vicino al bivacco visti diversi stambecchi. Aggiungo traccia gps.
Con Montse, Giuseppe, Guido e Davide.-sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia bianco/rosso Alta Via Valle di Susa-difficoltà: EEesposizione prevalente: Est-quota partenza (m): 1849
quota vetta (m): 3123-dislivello salita totale (m): 1270-località partenza: grange della valle (Exilles , TO )-punti appoggio: Rifugio Levi Molinari, Bivacco Sigot al Passo Galambra


gio   04//08/2016

                         

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok
Oggi parecchi francesi in giro pochi sul nostro itinerario senza difficoltà tranne in un tratto che bisogna usare le mani senza difficoltà tecniche. Cima panoramica e stratta. Scesi sul versante verso i laghi, sentiero sempre presente e ben segnato per fare l'anello passando dal col di vieux. Noi l'abbiamo leggermente allungato portandoci verso il pan di zucchero e poi scesi per un tratto senza sentiero fino ad incrociare quello che ritorna al rifuglio agnel.
Con Gigi che ringrazio per la compagnia.-difficoltà: EE esposizione prevalente: Varie-quota partenza (m): 2580-quota vetta (m): 3081-dislivello salita totale (m): 500-località partenza: Refuge Agnel (Molines-en-Queyras , 05 )-punti appoggio: Refuge Agnel


mer   03//08/2016

                            

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: 3 € al parcheggio per tutto il mese di agosto tutti i giorni
Oggi ho rifatto questa gita finalmente con ottimo meteo e visibilità a 360°. Poca gente in giro e da solo in punta visto che tutti o quasi si fermano al rifugio.-sentiero tipo,n°,segnavia: Sentieri 222 e 223-difficoltà: Eesposizione prevalente: Nord-Est-quota partenza (m): 1813-quota vetta (m): 2756-dislivello salita totale (m): 943-località partenza: Pian della Mussa (Balme , TO )-punti appoggio: Rifugio Bartolomeo Gastaldi 2659 m-cartografia: Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo


dom   31//07/2016

                             

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: se si parcheggia vicino ai rifugi si paga 2 €
Scelta in funzione del meteo che è stato bello nonostante prevedessero temporali alle 15.00. Sentiero sempre ottimo da non sottovalutare sulle rampe finali. Panorami non perfettamente puliti specie verso gli ecrines. Con Lia, Bepi e Massimo che la faceva per la prima volta.-difficoltà: E esposizione prevalente: Ovest-quota partenza (m): 1770-quota vetta (m): 2545-dislivello salita totale (m): 800località partenza: Grange di Valle Stretta (Névache , 05 )


sab    30//07/2016

                             

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle- Con Gigi e Giampiero. Escursione molto bella ma impegnativa; fino al colle sale rapidamente, dopo inizia la parte tecnica. Il sentiero è abbastanza evidente e la descrizione è fedele. Il passaggio delicato (vedi foto) è più facile se non si usano i bastoncini; ho trovato più impegnativo il traverso sotto il salto roccioso (prima del passaggio delicato) che è su pendio ripido e il fondo non è dei migliori. Partiti con il sole, in vetta iniziavano ad arrivare le nuvole e un po di vento freddo, il panorama è stato compromesso, peccato la vetta è un gran bel balcone. Alle 14 all'auto che iniziava a piovere. Bello l'ambiente, ne vale la pena.-sentiero tipo,n°,segnavia: qualche segno bianco-rosso e alcuni ometti
difficoltà: EE/Fesposizione prevalente: Sud-Est-quota partenza (m): 2001-quota vetta (m): 3137
dislivello salita totale (m): 1136-località partenza: Diga di Rochemolles (Bardonecchia , TO )


gio    28//07/2016

                              

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: oggi non si pagava il parcheggio a pian della mussa
Gita in completa solitudine, qualche stanbecco, marmotte e due aquile. Dal colle a sinistra si sale ancora un po ed il panorama è sicuramente più ampio. Qualche nuvola oggi impediva di vedere verso le levanne.-difficoltà: E :: cal-difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m):- 1800-quota vetta (m): 2757-dislivello salita totale (m): 957località partenza: Pian della Mussa (Balme , TO )


mar    26//07/2016

                                 

Ultima gita con gli sci della stagione. Soltanto 10 min. di sci in spalla e due brevi interruzioni di pochi metri, neve per lo più tutta ben sciabile. Canale e punta fatta con i ramponi perchè la pala finale quasi senza neve. In cmpleta solitaria. Tempo non panoramico ma con prevalenza di sole.


dom    24//07/2016

                                

Un giro di perlustrazione pensando ad una prossima gita su l'emilius. Giornata con meteo inizialmente bello ma in peggioramento e panorami purtroppo scarsi ma giro suggestivo passando da plan fenetre,vallone del comboe, rifugio arbolle, col chamolè e rientro a pila prendendo anche pioggia sul finire del giro di 20 Km e 960 m di dislivello. Con Giuseppe, Montserrat, LIa, Giovanna.


mer    20//07/2016

                                

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: strada sterrata per il rifugio discreta
Gita periodica su questo itinerario per godere oggi di ottimi panorami e la presenza di qualche stambecco e marmotte. L'ultimo tratto dal colle di malanotte bisogna reperire il miglior sentiero scendendo di quota stando più a sinistra salendo.-sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero 339 per il Colle Superiore di Malanotte-difficoltà: EEesposizione prevalente: Sud-Ovest-quota partenza (m): 2023-quota vetta (m): 2801
dislivello totale (m): 778località partenza: Rifugio Selleries (Roure , TO )


dom    18//07/2016

                                  

Bella montagna della val di susa fatta più volte ma mai con queste condizioni di meteo e visibilità. L'occasione è sempre quella di portare qualcuno per la prima volta anche se l'affollamento esagerato è persino fastidioso. Un saluto a Marco e Mire incontrati in punta e che sono arrivati dal versante malciaussia. Con Lia, Giuseppe, Montserrat, Massimo, Luana ottimi compagni di gita-sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero con tacche bianco/rosse fino in cima
difficoltà: EEesposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 2050-quota vetta (m): 3538
dislivello totale (m): 1488località partenza: la Riposa (Mompantero , TO )


sab    17//07/2016

                                  

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Plateau rosa verso le 9.00, Gli impianti aprono alle 7.00 e se si è da cinque in su si paga 21,5 € anzichè 30.00. Giornata superlativa se non ci fosse stato il vento a raffiche. Sotto la punta di soli pochi metri tutto calmo. Avremmo voluto fare la traversata dei due breithorn ma date le circostanze...Discesa alle 12.00 circa con neve ancora dura sul breithorn ma portante. Più giù sulle piste neve quasi invernale ben sciabile senza turisti pistaioli ( alle 12.00 chiudono?|.Oggi siamo ancora riusciti ad arrivare a cime bianche con un solo togli e metti.
Con Giampiero e Claudia. Un saluto a Laura e Dovio incrociati su questa gita in salita.-tipo itinerario: ghiacciaio-difficoltà: BSAesposizione preval. in discesa: Sud-quota partenza (m): 2005-quota vetta (m): 4165-dislivello totale (m): 2140località partenza: plateau rosa (Valtournenche , AO )-video di giampiero-mio video


mer    13//07/2016

                                    

La destinazione odierna sarebbe stata il Malamot ma visto il forte vento e le scure nubi che si addensavano alle sue pendici ci convincevano a cercare qualcosa di alternativo...la scelta cadeva sul vicino Mont Froid che pareva un pò più riparato e che alla fine in effetti ci avrebbe regalato anche qualche sprazzo di bel Sole.
Sempre suggestivo l'ambiente del Lago del Moncenisio, oggi in piacevole compagnia di Antonella e dell'AmicoFulvio.-difficoltà: E esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2135-quota vetta (m): 2822-dislivello totale (m): 740località partenza: Refuge du Petit Mont Cenis (Bramans , 73 )


dom    10//07/2016

                                    

Gitarella per non andare troppo lontano e priva di difficoltà. Doveva coprirsi nel pomeriggio ma oggi con le previsioni non ci hanno azzeccato dato che in cima è satato sempre poco panorama. Con Lia, Montse, Giuseppe, Bepi, Massimo, Luana, e Silvia.-sentiero tipo,n°,segnavia: strada militare, poi sentiero evidente
difficoltà: E esposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 2176-quota vetta (m): 2849-dislivello totale (m): 673-località partenza: Colle delle Finestre (Usseaux , TO )


mar   05//07/2016

                                   

ciabilità: ****-attrezzatura :: scialpinistica
Iniziato la stagione scialpinistica con questa gita e forse finisco con questa. Con Gigi  alla alla mia terza  ripetizione della stagione. Si tolgono gli sci all'attacco del canale e vicino la punta 50 m sotto non c'è continuità e si tolgono un paio di volte. Segnalo che nel canalino, in discesa, stavano creando un bel sentiero con le pale, penso facciano un'uscita sociale. Meteo come da previsione, discreto e poi nuvole in arrivo. Sempre bella, piste ancora ok.-difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota di partenza (m): 2740-quota vetta (m): 3383-dislivello complessivo (m): 700-località partenza: Impianti iseran- (Bonneval-sur-Arc , 73 )


dom   03//07/2016

                                                        

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok a staffal-quota neve m :: 3000-attrezzatura :: scialpinistica
Alle 7.00 vi era già una piccola coda alla cassa per indren, apertura alle 7.30. Partiti verso le 8.30 da indren e fatto il canale con neve ancora portante sulla traccia. Più su condizioni di neve perfette ma vento a raffiche sempre più forte prossimi alla cima. Scesi non subito per ricompattare il gruppo ma la a parte il primissimo pendio che era irregolare e che non aveva mollato per il resto neve bellissima da sciare stando attenti a non infilarsi nei crepi che si stanno aprendo. Tutto il mio gruppo sceso dal canale con attenzione data la qualità della neve ormai marcia io e Andrea abbiamo preferito passare dal mantova, toglierr gli sci nel sentiero e poi l'ultimo tratto con lieve pendenza fino alla funivia con gli sci.
Con Sepp, Giuseppe, Bepi, Rodo, Alberto, Giampiero e Jordi. In saluto a giumed ed Elio incontrati alla biglietteria.-tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSAesposizione preval. in discesa: Sud-quota di partenza (m): 3275-quota vetta (m): 4215-dislivello complessivo (m): 940località partenza: Arrivo funivia (Gressoney-la-Trinitè , AO ) punti appoggio: rif. Mantova, capanna Gnifetti-video di Giampiero


ven   01//07/2016

                                          

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 2600-attrezzatura :: scialpinistica
Solo 10 min. di portage in salita continuità su tutto il percorso e bella neve sul ghiacciaio, e sulla discesa dalla tretetes fatta al ritorno, per il resto neve a buchette che quando molla diventa sciabile. Unico neo che al ritorno bisogna ripellare due volte per un dislivello complessivo di quasi 1100 m.
Un saluto ai compagni di gita Fulvio, Tino e Gianni che hanno concatenato anche le due Bezin.-tipo itinerario: attraversa pendii convessi
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 2528-quota vetta (m): 3233-dislivello complessivo (m): 1000-video


mar   28//06/2016

                                         

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-note su accesso stradale :: ok-attrezzatura :: scialpinistica

Magnifica giornata senza una nuvola. Con Mario. Sci a spalla per 10 minuti. Salita regolare su bella neve. Oggi siamo riusciti a scendere al pianoro che porta alla Buffettes per risalire alla Ouille de Tretete. Bellissima discesa su neve primaverile che ha mollato il giusto. Occhio alla parte finale, comincia a cedere sotto il peso, oggi Gigi ha lavato gli sci rompendo il ponte di neve quasi all'arrivo.......................... ma non ha fatto il bagno............... Tolto gli sci, scesi per un pezzetto e poi fino all'auto. -difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota di partenza (m): 2528
quota vetta (m): 3061-dislivello complessivo (m): 700-video


dom   26//06/2016

                                             

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle-note su accesso stradale :: partiti da nevache
Gita da Nevache per i laghi di cristol e la porta di cristol poi a sinistra bella traccia per la Gardiole che si raggiuonge senza problemi. Dalla punta scesi a vista senza sentiero verso il lac dell'oule dove passa il sentiero che scende dal colle omonimo e quindi senza problemi fino a Ville bas di Nevache e sulla strada il rimanente chilometro. Gita lunga di oltre 15 Km con 1200 m di sviluppo ma in un bell'ambiente specie in salita ricco di cascatelle e fiori nel bosco. Aggiungo traccia gps.
In buona compagnia di Lia, Montse, Roberta, Giovanna, Fulvio, Bepi, Giuseppe e Massimo.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1580-quota vetta (m): 2753-dislivello complessivo (m): 1200-località partenza: Nevache (Névache , 05 )


sab   25//06/2016

                                              

Sciabilità :: *** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: umida-neve (parte inferiore gita) :: altro-attrezzatura :: scialpinistica

Partiti verso le 8.20 dal tornante Cascade con un bel sole, nella parte bassa un ottimo rigelo, più si saliva e più la neve non teneva, ci siamo fermati un bel pò in cima, abbiamo fatto delle ottime foto, come da meteo france alle 11,05 i primi tuoni si sono fatti sentire, nel giro di 5 minuti si è coperto tutto, stavamo scendendo una fitta tempesta ci ha colpito, ci siamo fermati in una casetta degli impianti, tutto questo è durato circa 20 minuti, dopo di che è uscito un fantastico sole e abbiamo proseguito la nostra discesa, nonostante tutto è stato una bella gita co Sepp.-difficoltà BS-esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota di partenza (m): 2700-quota vetta (m): 3383-dislivello complessivo (m): 700-località partenza: col de l'iseran (Bonneval-sur-Arc , 73)


ven   24//06/2016

                                             

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: buon sterrato dalla sbarra al colle della forchetta

Partiti dal colle della forchetta anche se la sterrata permetteva di arrivare più su fino agli alpeggi. Abbiamo seguito quanto più possibile il sentiero che taglie parecchi tornanti, dall'alpeggio a sinistra fino ad intercettare il sentiero e comodamente in punta con bella visuale sul granparadiso e nebbie sulle valli di lanzo. Discesa in cresta e risalita al monte aggia che scende dolcemente verso la sterrata chiudendo l'anello. Con Giovanna e Montse-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1580-quota vetta (m): 2319-dislivello complessivo (m): 920-località partenza: Colle della Forchetta (Monastero di Lanzo , TO )


mer   22//06/2016

                                               

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2700-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8.30 mcirca dal tornante "la cascade" con temperature già alte ma la neve sulle piste era dura, buon rigelo della notte. Stando sempre fuori dalle piste perchè gli impianti sono aperti e gli sciatori sono dei veri proiettili. Saiti senza problemi dal traverso/canale, passati dalla pointe pers e quindi alla' aig. pers. Meteo e panorami eccezzionali. Lunga sosta in punta e poi discesa dallo stesso canale dove bisognava spostarsi a sinistra scendendo per trovare neve portante. Arrivati sulle piste nessun problema. Abbiamo anche fatto una risalita con gli skilift. Alla macchina verso le 12.00. Non un filo di vento ideale per il pic-nic osservati dalle marmotte.
Con Fulvio, Tino e Giampiero-difficoltà BS-esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota di partenza (m): 2700-quota vetta (m): 3383-dislivello complessivo (m): 700-località partenza: col de l'iseran (Bonneval-sur-Arc , 73 )-Video di Giampiero-mio video


dom   19//06/2016

                                                    

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

note su accesso stradale :: partiti sa gressoney la trinitè

Partiti quando ancora c'era un po di sole ma via via si è coperto e salendo ha cominciato a piovigginare. Non ci siamo persi d'animo e abbiamo proseguito fino al bivacco quando cominciava anche a nevischiare. Abbiamo mangiato qualcosa e poi ripartiti con leggera schiarita. Abbiamo ripercorso l'itinerario di salita facendo attenzione sul tratto poco sotto al bivacco ancora con nevaio e sul tratto attrezzato con corda di acciaio per via delle pietre bagnate- Abbiamo avvistato diversi camosci e stambecchi. Scendendo ancora una schiarita con sole e arrivati alla macchina si è messo a piovere più forte, scampata la doccia appena in tempo. Con Lia, Montse, Giovanna, Giuseppe, Bepi e Beppe.difficoltà: E sposizione prevalente: Ovest-quota partenza (m): 1624-quota vetta (m): 2590-dislivello complessivo (m): 966località partenza: Gressoney la Trinitè (Gressoney-la-Trinitè , AO )


sab   18//06/2016

                                                      

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada aperta fino al nivolet-quota neve m :: 2500-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti verso le 8.30 con prevalenza di bel tempo dalla strada vicino ai rifugi e scesi sul pianoro sottostante per circa 100 m. Da qui neve ancora continua anche se in salita abbiamo portato gli sci fino a sotto il canalone che sale al ghiacciaio. Neve per niente rigelata ma non sfondosa. Usciti dal canalone abbiamo attaccato il canalino più ripido di circa 100 m che adduce al ghiacciaio senza troppi intoppi. Da qui in poi un tappeto di velluto bianco con due dita di neve recente morbidosa su fondo portante. Fulvio, Tino e un aggregato (Mario) incontrato al parcheggio son andati fino in punta il resto del gruppo un pò in ritardo con me si è fermato all'anticima quando le nuvole cominciavano ad avvolgere la punta. Discesa ancora con buona visibilità molto bella sul ghiacciaio, poi nel canalone pur essendo il manto irregolare ancora buona sciabilità tenendosi sulla destra ed infine ancora qualche curva sino al pianoro togliendo gli sci quando si doveva risalire verso il parcheggio. Nel complesso neve e giornata al di sopra delle nostre aspettative, forse ci stavano anche le 4* . Arrivati in macchina verso le 13.10 ha cominciato a nevischiare e scendendo di quota a piovere copiosamente.
Con Fulvio, Tino, Giampiero, Stefano, Paola e Sepp. Pranzo al rifugio dei chivassesi con polenta concia e selvaggina.-tipo itinerario: alto-difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 2500-quota vetta (m): 3338-dislivello complessivo (m): 800-località partenza: Colle del Nivolet (Ceresole Reale , TO )-punti appoggio: Rifugio Citta di CHIVASSO-video


dom   12//06/2016

                                                            

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok a rivotti
Gita lunga di circa 14 Km A/R. Partiti da rivotti su bel sentiero fino al lago di vercellina dove si pesta neve prima di arrivare al colle della crocetta. Dopo una breve pausa ripartiti per il colle della terra su sentiero e poi su un traverso nel nevaio fino al colle della terra. Da quì chiazze di neve fino in punta senza problemi. Oggi panorami parziali che non ci hanno fatto vedere il gran paradiso. Discesa dal colle della terra dritti su nevaio morbido fin al pianoro del lago e poi rientro senza problemi. Purtroppo non abbiamo visto nessun animale se non quelli domestici dei margari del posto.-Con Montse, Lia, Giovanna, Roberta, Fulvio, Bepi e Giuseppe.-sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n° 321 - segnavia bianco/rossi e ometti-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1467-quota vetta (m): 2828-dislivello complessivo (m): 1361-località partenza: Rivotti (Groscavallo , TO )-cartografia: Fraternali n° 8


ven   10//06/2016

                                                               

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada sgombra di neve fino al colle anche se da bonneval risulta-quota neve m :: 2400-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8,30 con ottimo rigelo dal ponte dell' Ouilletta fino in punta. Bellissima discesa su un firn superlativo fino al canale che adduce alla strada dove il manto è compatto leggermente ondulato per via delle recenti piogge. Fulvio che è più veloce ha ripellato dopo la discesa dal colle. Inizio discesa alle 12.00 con neve sempre bella.
Con Fulvio e Cesare. Un saluto a Renato63 e soci di ritorno dalla Francesetti molto soddisfatti Incontrati al bar della dogana al Moncenisio.-difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Ovest-quota di partenza (m): 2476-quota vetta (m): 3357-dislivello complessivo (m): 900località partenza: Ponte de l'Aiguilette/Pont de Neige (Bonneval-sur-Arc , 73 )


dom   05//06/2016

                                                                 

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

note su accesso stradale :: ok fino al casotto fumavecchia

Saliti con l'auto fino al casotto fumavecchia sopra i 1600 m con ottimo sterrato. Giornata con cielo coperto che ci ha consntito di arrivare fino in cima ma scendendo ha cominciato a piovere quindi ad usare la mantellina. Prima di arrivare al pian dell'orso ha smesso ed è comparso pure il sole. Discesa senza problemi fino all'auto. Visti diversi camosci vicino alla vetta. Con Montse, Lia, Giovanna, Giuseppe e Massimo.sentiero tipo,n°,segnavia: sentieri diversi-difficoltà: Eesposizione prevalente: Varie-quota partenza (m): 1621-quota vetta (m): 2408-dislivello complessivo (m): 800-località partenza: casotto  Fumavecchia (San Giorio di Susa , TO )


sab   04//06/2016

                                                                   

Siamo partiti verso le 9.00 e alle 7.00 da volpiano. Giornata inizialmente con prevalenza di sole man mano che ci si avvicinava alla cima si copriva pur rimanendo buona la visibilità. In cima ho incontrato Walter ed il suo amico. Discesa abbastanza bella nche se in alto era marcetta ma ben sciabile. Con Stefano, Rodo, Bepi ed Alberto. Dislivello circa 700 m. Partiti poco vicino alla casa cantoniera con un gava e buta per attaversare la strada ma al ritorno scendendo tutto a destra siamo riusciti ad arrivare sino al parcheggio.-video


gio   02//06/2016

                                                                      

Partiti da avigliana con cielo coperto e percorso oltre 6 Km per la cima per lo più in mezzo al bosco. In cima panoramico se si non ci fossero state le coperture nuvolose. Avvistati diversi conigli. Panini in punta e poi ritorno con percorso ad anello. Giornata al di sopra delle aspettative. Dislivello complessivo di oltre 400 m e 12 Km di sviluppo totale. Con Giovanna, Montse, Giuseppe, Lia, Massimo e Marta.


sab   28//05/2016

                                                                        

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: umida-neve (parte inferiore gita) :: umida-note su accesso stradale :: ok allo scarfiotti con auto alta 
quota neve m :: 2300 -attrezzatura :: scialpinistica 
Partiti alle 8.00 tra gli ultimi dal rif. scarfiotti e portati gli sci fino al pianoro superiore dopo i tornanti. Bella giornata con qualche nuvola sulle punte e vento leggero dal passo in su. Scesi in un momento di schiarita sulla parte alta su neve cedevole ma sciabile. I tratti più ripidi con bella primaverili sul tratto intermedio neve non completamente trasformata e assenza di rigelo gli sci sfondavano leggermente. Per arrivare con gli più bassi possibile siamo andati a prendere il canale tutto a sinistra con un paio di togli e metti. Arrivati alla stradina sul bordo ancora neve che permetteva di arrivare a 5 min dalla macchina.
Con Paola, Stefano, Giampiero e Rodolfo-difficoltà: MS :: [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest-quota di partenza (m): 2100-quota vetta (m): 3333
dislivello complessivo (m): 1
200-
video


dom   22//05/201

                                                                             

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok fino a sea di torre- 
La strada che porta a sea di torre e lunga con molti tornanti e stretta. Oggi giornata grigia ma escursione piacevole senza problemi. Oggi oltre a noi un folto gruppo del CAI di Candiolo. Buona visibilità ma il cielo è rimasto sempre coperto e i panorami quasi nulli. Scendendo siamo passati dal rifugio Barfè dove abbiamo preso una birra per poi risalire sulla strada sterrata per ritornare a sea di torre.
Con Giovanna, Giuseppe, Montse, Agostino, Lia e Massimo-difficoltà: E :: [scala difficoltà]
 esposizione prevalente: Est-quota partenza (m): 1255-quota
vetta-(m): 2121-                                                          dislivello complessivo (m): 865-località di partenza:se di torre-punti di appoggio: rif. Barfè


sab   21//05/201

                                                                                  

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante -neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-neve (parte inferiore gita) :: primaverile -quota neve m :: 2000 
attrezzatura :: scialpinistica 
Siamo partiti dalla testa grigia. Giornata spettacolare, quasi assenza di vento, tanta gente all'occidentale e poca gente al centrale. Ci sarebbe piaciuto fare anche l'occidentale perchè le condizioni erano ottimali ma era tardi e i soci che avevano preferito solo l'occidentale ci aspettavano sotto e così vi abbiamo rinunciato. Neve ben sciabile dalla sommità con strato di farina in via di trasformazione poi su pista con neve marciotta fino a cervinia con un paio di interruzioni perchè hanno aperto la strada di servizio fino a cime bianche.
Con Stefano, Giampiero, Miriam, Valentino e Bepi-tipo itinerario: ghiacciaio-difficoltà: BSA :: [scala difficoltà-esposizione preval. in discesa: Sud-quota di partenza (m): 3480-quota vetta (m): 4156-dislivello complessivo (m): 700-
Il video di Giampiero-mio video


dom   15//05/201

                                                                                       

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti -neve (parte superiore gita) :: crosta portante -neve (parte inferiore gita) :: primaverile -note su accesso stradale :: ok -quota neve m :: 2000 -attrezzatura :: scialpinistica 
Confermo quanto relazionato da Filo. Siamo partiti alle 8.15 con vento forte che non ci ha scoraggiato tanto che arrivati al colle si era placato concedendoci una lunga sosta ad ammirare i panorami e aspettare che la neve mollasse un po. Scesi verso le 12.30 e sul pendione sotto il colle la neve è rimasta dura quindi molta circospezione. Man mano che si scendeva sempre più morbida e divertente e da quota 2400 il manto nevoso era molto irregolare ma ben sciabile perché scaldato dal sole. Si arriva ancora sci ai piedi fino a Cervinia. Rampant molto utili.
Con Stefano, Paola, Giuseppe, Bepi e Jordi-difficoltà: BS :: [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest-quota di partenza (m): 2006-quota vetta (m): 3273-dislivello complessivo (m): 1267-
video


sab   14//05/201

                                                                                           

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante -neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 1900-attrezzatura- :: scialpinistica 
Partiti poco dopo le 8.00 con 10-15 min di sci in spalla e poi striscia di neve sufficiente con un paio di togli e metti di pochi metri fino in punta. Per la verità eravamo partiti per il chenaillet ma al colle osservando il ripido pendio e la recente neve non perfettamente legata abbiamo declinato verso il gimont. Panorami non perfettamente puliti ma giornata molto soleggiata con leggero venticello. Discesa dal canalino tutto coperto di neve su ottimo firn per almeno mezza discesa sulle pistee poi neve estiva un po lenta ma perfettamente compatta con fondo non regolare ma ottimamente sciabile con il sole che l'ha mollata. Gita agli sgoccioli per non spostarsi tanto e con poco dislivello partendo dai condomini chalmettes.-Con Rodo, Stefano, Fulvio, Tino e Alberto.-tipo itinerario: ski area -
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
-esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota di partenza (m): 1850-quota vetta (m): 2650-dislivello complessivo (m): 800-
Video


dom   08//05/201

                                                                                                

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante -neve (parte superiore gita) :: crosta portante -neve (parte inferiore gita) :: primaverile -quota neve m :: 2000 -attrezzatura :: scialpinistica 
Partiti sci ai piedi dal parcheggio verso il furggen. Fermati a quota 2830 per il sopraggiungere di una fitta nebbia e scesi su crosta portante un po dura su tutto il percorso fino in fondo. Oggi Impianti aperti solo sul lato ventina.Con Stefano, Ilaria, Bepi, Paola e Rinaldodifficoltà: BS :: [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest-quota di partenza (m): 2006-quota vetta (m): 3273-dislivello complessivo (m): 820 m.


sab   07//05/2016

                                                                                                  

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante -neve (parte superiore gita) :: crosta non portante -neve (parte inferiore gita) :: primaverile -quota neve m :: 2200 -attrezzatura :: scialpinistica 
Partiti dalla sterrata poco sotto il forte di variselle e portato gli sci per circa 40 min. poi continuità di neve fino in cima. Visibilità da metà in su scarsa e a tratti buona. Al ritorno qualche volta abbiamo usato il gps. Scendendo abbiamo ancora sfruttato il ripido pendio fino al laghettino e poi risaliti all'altezza del forte e poi in breve alla macchina con meno portage.
Con Sepp_57, Fabrizio, Rodo, Stefano, Simona, Rinaldo e Alberto.Ringrazio Maurizio e Guido che mi hanno fatto compagnia sfidando la nebbia.tipo itinerario: pendii ampi -difficoltà: MS :: [scala difficoltà]-esposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota di partenza (m): 1720-quota vetta (m): 2914-dislivello complessivo (m): 1050 m


gio   05//05/2016

                                                                                                      

Con Ilaria. Ho preso un giorno di ferie e dopo aver scartato l'idea di andare nel vallone di almiane per neve non del tutto trasformata abbiamo fatto bene perchè il meteo in zona era migliore che in altre. Dislivello complessivo di 900 m. Partendo dalle chalmettes e mettendo gli sci quasi subito.-Video


sab   30//04/2016

                                                                                                         

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: primaverile

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

note su accesso stradale :: strada sgombra fino a dondena ma occhioper le auto basse

Partiti alle 8.00, cinque min. di portage e con in po di nebbia che si dissolveva salendo. In cima un po di vento gelido e sole. Abbiamo visto un gruppone che stava salendo verso la costazza mentre arrivavano le nuvole. Scesi alle 9.30 cercando i pendii più ripidi esposti al sole con una bella cremina superficiale e scendendo anche i pendii più in basso avevano mollato il giusto per una piacevole anche se corta sciata. Arrivati al parcheggio alle 10.00 cominciava a nevischiare e più in basso a piovere. Con Rodo, Stefano, Sepp, e Fabrizio  .tipo itinerario: pendii ampi 
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota di partenza (m): 1700
quota vetta (m): 2783
dislivello complessivo (m): 1083          
Video


dom   25//04/2016

                                                                                                                  

Partiti da scalaro per fare il rifugio chiaromonte ma salendo ci siamo accorti che sul sentiero c'era ancora tanta neve per cui abbiamo deviato erso il colle battaglia ma con Giuseppe ci siamo fermati ad un colletto a quota 2100 dove semornati a scalaro abbiamo visitato il paese ben ristrutturato con la sua chesa. Dislivello complessivo 750 m e svilutto di quasi 9 Km


sab   24//04/2016

                                                                                                                    

ciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 1700-attrezzatura  scialpinistica.Considerando il forte vento di oggi abbiamo ripiegato su quote non troppo alte. Partiti da Claviere e poco dopo messi gli sci. Saliti fino a colle bercia e poi per cresta siamo passati su cima le Vert quindi scesi di qualche decina di metri siamo saliti alla Saurel. Vento fastidioso ma sopportabile. Discesa di 400 m e poi ripellata per colle bercia e discesa su bella neve con qualche tratto di duro per via del vento. Dislivello complessivo di 1120 m e quasi 15 km di sviluppo.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MS-esposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 1730
quota vetta (m): 2430-dislivello complessivo (m): 
1120


dom   17//04/2016

Partiti lo stesso stando alle previsioni che davano prevalenza di sole in valle po. Il sole l'abbiamo visto a sprazzi, la visibilità è rimasta comunque buona mentre Stefano è andato in fuga per la cima noi ci siamo fermati poco oltre l'arrivo della seggiovia per paura che venissero su le nuvole. Incrociato Dino con i due cani con cui abbiamo condiviso la discesa. Discesa discreta fino a 15 min.  dalla macchina con Stefano che ci ha raggiunti. Dislivello complessivo 600 m.Con Paola, Stefano, Ilaria, Lia,Bepi. Pranzo alla colletta.


sab   16//04/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 1800-attrezzatura :: scialpinistica
Al parcheggio alle 9.00 temperatura sugli 8° pertanto la neve alla partenza era quasi liquida. Ssi sale bene ancora su pista senza inerruzioni. Vento fastidioso dalla zona dell'hotel ed in punta abbastanza fortre. Prevalenza di azzurro con bei panorami. La disesa nel canale sotto la punta con neve dura che non ha mollato per via del vento ma subito dopo bella neve morbida e liscia via via sempre più molle ma compatta. Le impronte dei cingoli dei giorni scorsi si sono praticamente lisciate.
Saluti a tutta la compagnia, a Laura e Marinella incontrati mentre scendevano.-tipo itinerario: ski area-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Ovest-quota di partenza (m): 1800-quota vetta (m): 2823-dislivello complessivo (m): 1023-ocalità partenza: Sestriere Borgata (Sestriere , TO )


dom   10//04/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 1500-attrezzatura :: scialpinistica
Oggi ultimo giorno di impianti aperti per cui alle 8.30 circa piste ben fresate e ben rigelate. Raggiunta la cima il sole aveva scaldato il giusto il pendio sud. Siamo scesi su neve vellutata nel Vallone della Sagna fino al pianoro, (l'idea era di andare al colle della forcola ma poi l'abbiamo abbandonata) poi abbiamo ripellato e risaliti di nuovo alla pala rusà. Ottimi panorami e assenza di vento. Discesa poi dal vallone di salita che nel frattempo, essendo a nord aveva mollato bene per un altra bella discesa fino al parcheggio.Dislivello di quasi 1000m. Ancora consigliata. Sci dalla macchina e ormai impianti chiusi.
Con Paola, Ila, Bepi, Pat, Rita, Giorgio e picnic finale insieme ai "rapidisti" della zona Fulvio e Tino che oltre al colle della forcola hanno raggiunto la spalla della lunella-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 1624-quota vetta (m): 2290-dislivello complessivo (m): 670località partenza: Pian Benot (Usseglio , TO )-video


sab   09//04/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok al monginevro-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal village du soleil, sulla stradina chiusa ai pistaioli un paio di gava e buta. Giornata calda con qualche nuvola in cima che non ha compromesso la splendida discesa sul ripido con 10 cm di farina della notte. In basso se pur marcetta la neve era ben sciabile su fondo portante. Abbiamo provato a chiedere all'addetto della seggiovia se ci faceva fare una salita per scendere sulle piste dello chalvet ma non ha ceduto alle lusinghe neanche a pagamento! Abbiamo così proseguito sulla stradina dove abbiamo tolto per pochi metri gli sci un paio di volte. Domani penso che sarà tutta trasformata ma non bella come oggi.
con Rodo, Stefano, Rinaldone, Simo, Ila, Titti, Marco. Un saluto a Renato che scendeva nelle migliori condizioni quando noi eravamo a metà salita!-tipo itinerario: in canalone
difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Sud-Ovest-quota di partenza (m): 1840-quota vetta (m): 3067-dislivello complessivo (m): 1227-località partenza: Montgenevre (Montgenèvre , 05 )-video


dom   03//04/2016

Con Bepi e Giampiero decidiamo di andare a vedere a Oropa le condizioni della neve, oggi danno tempo brutto dappertutto ma qui non dovrebbero esserci fenomeni. Non abbiamo informazioni sulle condizioni di neve e quando arriviamo a Oropa la delusione e palpabile, sulla muanda quasi senza neve. Decidiamo di dare un occhiata al parcheggio degli impianti e qui vediamo gente che si prepara con gi sci. chiediamo e ci assicurano che preso il primo tratto di funivia si fa la gita al camino. Con un biglietto di A/R a 12 € siamo riusciti a fare una gitarella di quasi 600 m di dislivello abbastanza divertente anche se la stradina su cui sciare era abbastanza stretta. Arrivati all'intermedio prima delle 12.00 abbiamo poi assistito ad alcune fasi della gara con slitte sul laghetto!-Video


mar   29//03/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica
Ancora ottimi condizioni se si scende tutto a sinistra sul plateau. Discesa alle 12.00, sulle piste in basso comincia a scoprirsi.-tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota di partenza (m): 1401-quota vetta (m): 2196-dislivello complessivo (m): 795-località partenza: Carello (Locana , TO )


lun   28//03/2016

Oggi è il giorno di pasquetta e si decide di andare a camminare in val chiusella un giro di nove chilometri con quasi 600 m di dislivello con Giuseppe, Montse, Lia, Guido e Gabriella. Pic nic quando siamo arrivati a fondo, non abbiamo continuato per tallorno ma siamo ritornati idietro facendo un anello.


dom   27//03/2016

Giorno di Pasqua e decidiamo di andare a Le Monetier le Bains, Lia, Giusy e Giovanni alle terme ed io a farmi 950 m di dislivello fin quasi alle cucumelle ed esattamente al col de l'Eychauda, giornata grigia con qualche sprazzo di sole. Partenza dal parcheggio a 1450 m e arrivo al colle 2425 m. Bella discesa e arrivo alla macchina alle 14.00 mentre gli altri sono usciti alle 14.20. Sosta e pranzo a Briancon.


sab   26//03/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-quota neve m :: 1600-attrezzatura :: scialpinistica

Colgo l'occasione e faccio gli auguri di buona Pasqua a tutti. Partiti da pian della Regina verso le 9 con circa 9°, si riesce partire ancora dal parcheggio con gli ski (ma siamo un po al limite) appena iniziato il canale dal tornante non c'era un filo d'aria e quindi un caldo assatanato, tutto questo fino all'uscita dello stesso, poi un lieve venticello ci ha dato un po di sollievo, neve trasformata, ottimo rigelo notturno, siamo saliti senza rampa, la neve non manca anche nei punti critici. Ottima giornata e veduta spaziale. Non ho dato le 5 stelle perchè non è ancora tutta trasformata, buona gita a chi la fa domani. Come d'abitudine il fine gita è alla Colleta da Roberto, davanti un bel piatto di agnolotti ci siamo scambiati gli auguri di buona Pasqua, un saluto a Fabrizio, Sepp, Giuseppe, Jordi, Alberto (che gli è scappato lo sci a valle e l'abbiamo aspettato un ora per poi scoprire che era salito e sceso senza farsi vedere) , Ila, Rinaldo, Rodo-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Sud-quota di partenza (m): 1714-quota vetta (m): 2721-dislivello complessivo (m): 1007località partenza: Pian della Regina (Crissolo , CN )-video


ven   25//03/2016

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: primaverile-note su accesso stradale :: strada aperta a borgo-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica
Oggi la strada fino a brich era aperta, partiti verso le 9.00 cielo parzialmente velato e leggera brezza in punta. Una dozzina di skialper oltre a noi. Discesa molto bella su neve smollata al punto giusto, ampi spazia ancora da rigare. In basso gli ultimi 100 m a tratti leggermente cedevole, ma che importa....la miglior primaverile di questa stagione. Scesi verso le 12.00.
Con Carlin, Rodo, e Fabrizio.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Sud-quota di partenza (m): 1446-quota vetta (m): 2426-dislivello complessivo (m): 980-località partenza: Brich (Crissolo , CN )-video


mar   23//03/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: crosta portante-note su accesso stradale :: Pulito-quota neve m :: 1700-attrezzatura :: scialpinistica

Gita sociale del mercoledì degli evergreen,oggi in 14,saliti alla LEYSSEZ da Vetan.Salita abbastanza snella"a seconda dell'età".Io con uno sforzo supremo sono arrivato in punta sotto a una notevole tempesta di vento freddo,poi Franco e Giorgio mi hanno aiutato a prepararmi per la discesa,a loro vanno i miei ringraziamenti.
Neve in discesa non bella,crostosa e irregolare,salvo pochi tratti da 5 stelle.Praticamente data l'età e le gambe gigie ho faticato più in discesa che in salita.Ma con quest'allenamento la prossima andrà sicuramente meglio. N'ambras a touti-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Sud-quota di partenza (m): 1765-quota vetta (m): 2771-dislivello complessivo (m): 1000-località partenza: Vetan (Saint-Pierre , AO )


mar   22//03/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: umida-neve (parte inferiore gita) :: umida-note su accesso stradale :: ok-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica

Una cialma insolitamente deserta, due con ciastre, due skialper, Io e Carlin. Abbiamo fatto traccia nel plateau per vedere la consistenza della neve. Giornata spaziale senza vento e calda con +8 alla partenza. Scesi verso le 12.00 dal plateau poco rigato e abbiamo fatto bene. Se pur molle la neve si lasciava sciare bene mai troppo sfondosa fino ad incrociare le piste ben lisciate fino alla macchina. Abbiamo constatato che nelle esposizioni in ombra la neve tendeva a crostare. La dorsale di salita è poco tracciata e nella parte alta sembra un campo di patate.-Ottimo pranzo alla trattoria "Impero" poco oltre Locana tornando indietro con soli 10.00€ ottimo primo, braciola alla griglia con patate al forno, vino dolce e caffé.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota di partenza (m): 1401-quota vetta (m): 2196-dislivello complessivo (m): 795


dom   20//03/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: primaverile-neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata-note su accesso stradale :: ok fino al bivio per case ciocchet-quota neve m :: 1100-attrezzatura :: scialpinistica-Scesi verso le 12.00 nel canale con neve ancora sciabile se pur molle, nella parte intermedia neve collosa e poi da 1400 in giù su stradina con continuità fino a 1200 e poi tratti in cui manca la materia prima, gita agli sgoccioli. Un augurio di pronta guarigione al ragazzo che si è infortunato e per il quale è intervenuto l'elisoccorso.-Gruppo misto ciaspole e sci.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Sud-quota di partenza (m): 900-quota vetta (m): 1970-dislivello complessivo (m): 1070


sab   19//03/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-attrezzatura :: scialpinistica-Decisione per la Garitta, visto le cariche di neve in giro volevamo andare sul sicuro, veramente tanta neve, le 4 stelle non le do perchè per metà percorso la neve è umida, alla partenza a Pian Munè alle 9 c'erano 8°, incontrato molti ski alp che come noi hanno scelto questa gita, peccato che tutta questa neve sia arrivata adesso! ( Partendo presto domani consiglio ancora la gita)-Come sempre il fine gita è stato da Roberto alla Colletta, abbiamo mangiato un buon primo ed un ottimo vitello tonnato, un saluto a tutti, Mario, Rinaldo, Fabrizio, Ila, Pat, Laura, un pensiero a Carlin in trasferta in Trentino! Al C.M.S. oltre ai saluti diciamo a presto!-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota di partenza (m): 1500-quota vetta (m): 2385-dislivello complessivo (m): 885


dom   13//03/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok a bonne-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica
Gita scelta per le previsioni meteo che davano bello dalle 10.00. Partiti con buona visibilità, infatti l'elicottero è andato avanti e indietro per buona parte della mattinata. Man mano che si saliva la visibilità è peggiorata. Arrivati in punta seguendo la traccia già fatta e nell'ultimo pezzo abbiamo ritracciato. Quando siamo arrivati noi verso le 13.00 gli ultimi due scendevano già. Abbiamo aspettato una schiarita per scendere. Parte della discesa in alto l'abbiamo fatta seguendo il gps, pur con bella neve farinosa sulle esposizioni nord. Sendendo la visibilità migliorava e cercando le giuste esposizioni abbiamo trovato ancora farina fin sotto gli alpeggi dopodichè abbiamo seguito la stradina, fuori solo crosta non portante. Con Lia, Montse e Giuseppe.-tipo itinerario: pendii ampi-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Est-quota di partenza (m): 1810-quota vetta (m): 2963-dislivello complessivo (m): 1153


sab   12//03/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-quota neve m :: 1200-attrezzatura :: scialpinistica

Temperatura in lieve rialzo, oggi siamo stati alquanto fortunati, partiti dal campeggio di Beaulard con ski ai piedi, c'è stato un lieve rigelo notturno, appena sopra i boschi di Chateau abbiamo capito che potevamo fare una discesa su farina in mezzo al bosco e in alcuni tratti sotto i vecchi impianti, il percorso di salita è tutto trittato dai giorni precedenti, oggi pochissima gente, se la temperatura cambia potremmo essere agli sgoccioli nella parte bassa, sicuramente non dobbiamo lamentarci di quello che troviamo data l'annata, mi sbilancio è do le 4stelle. Finita la giornata come al solito in pizzeria del campeggio di Beaulard (ottima la pizza) grazie ad Ila per l'ottima torta, con l'occasione abbiamo festeggiato il compleanno di Fabrizio, un saluto a tutti alla prossima.-tipo itinerario: bosco rado-difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 1388-quota vetta (m): 2228
dislivello complessivo (m): 1000-video


gio   10//03/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-note su accesso stradale :: ok-attrezzatura :: scialpinistica-

Effettuato la salita con Carlin e quadrupede Ribelle di nome Benny incontrato al parcheggio ed intenzionato a seguirci fino in cima. Meteo coperto al primo mattino con ampie schiarite nella seconda parte. Temperatura intorno ai zero gradi. Arrivati al Guido Rey lungo la Mulattiera, parte alta su buona traccia. La parte alta ha ancora parecchi penddi intonsi di farina da 5 stelle, le cose cambiano sotto il Rifugio dove è stato tutto arato nei giorni precedenti a causa dei continui passaggi, con un po di attenzione e sfruttando il bosco comunque si riescono ancora a fare belle curve in neve fresca leggermente umida. Giornata comunque soddisfacente.-tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 1144-quota vetta (m): 2100-
dislivello complessivo (m): 956-video


dom   06//03/2016

Sciabilità :: ***** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-note su accesso stradale :: tutto ok-attrezzatura :: scialpinistica.

Partiti alle 10 con tempo sereno ed assenza di vento. Le basse temperature hanno fatto in modo di trovare in discesa neve powder da cima a fondo. Le 5 stelle a dir la verità risultano strette visto che abbiamo trovato diversi tratti intonsi di farina "canadese" con spessore di circa 80cm. Sicuramente la miglior gita della stagione per quantità e qualità del manto nevoso. Nel bosco si trovano ancora diversi pendii da firmare. Un saluto ai compagni di gita. 3 di noi hanno proseguito per il Morefreddo. Con Lia, Paola, Massimo, Bepi, Giuseppe, Jordi, Sepp, Carlin e Rinaldo-tipo itinerario: ski area
difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 1520-quota vetta (m): 2345-dislivello complessivo (m): 950-video-video2


 

gita a bardonecchia con la scuola

ven 4/03/2016


mar   01//03/2016

    

                                                                                                                            


dom   28//02/2016

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-note su accesso stradale :: ok a pragelato-quota neve m :: 1000
Partiti dal parcheggio vicino alla sbarra inizialmente con uno squarcio di sole ma poi si è chiuso e ha nevicato sempre se pur debolmente. Gruppo misto con ciaspole e sci, abbiamo percorso la pista di fondo stando sul bordo, finita la pista non vi era traccia ed abbiamo dovuto batterla ( 60 cm d fresca) alternandoci con Rinaldo, dietro di noi vicino al rifugio ci hanno raggiunti diversi ciaspolatori ma si son guardati bene nel passare avanti per darci una mano. Pranzo al rifugio direi non tra i migliori che ci sia capitato! Discesa stando sulle traccie di salita altrimenti gli sci non andavano avanti e sulla pista pattinando qualche volta in breve alla macchina.-tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MResposizione: Nord-Ovest-quota di partenza (m): 1585-quota della vetta (m): 1915-dislivello complessivo (m): 400-località partenza: Pattemouche (Pragelato , TO )


dom   21//02/2016

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1400
Partiti verso le 9,15 con temperature già abbondandemente sopra lo zero, quasi assenza di vento fino in punta. Bella traccia e poca gente sul nostro itinerario. Saliti puntando nel bosco e l'ultimo tratto in cresta fino al ripetitore dove ci siamo fermati poco sopra. Discesa sullo stesso itinerario ne bosco non rado e ripido su neve via via più umida fino alla parte bassa dove era piuttosto polentosa. Alla macchina 16°. e la neve nei prati antistanti era ridotta a pochi cm ed in alcuni punti già con prato scoperto.
Compagnia composta da ciaspolatori e sciatori piuttosto numerosa.-tipo itinerario: pendii ampi difficoltà: BResposizione: Sud-Est
quota di partenza (m): 1352-quota della vetta (m): 2394-dislivello complessivo (m): 1050-video


sab   20//02/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida-note su accesso stradale :: ok a nevache-quota neve m :: 1300-attrezzatura :: scialpinistica
Scelta condizionata dalle previsioni meteo, infatti da questa parte prevalenza di bel tempo se pur con raffiche di vento in quota. Bella traccia, poche persone ma ci siamo fermati circa a 70 m dalla punta perchè la neve sull'ultimo tratto non ci sembrava sicura. Discesa quasi obbligata sullo stesso itinerario di salita purtroppo con neve tutta tritata dai passaggi precedenti anche se farinosa. Con Claudia, Simona, Carlin, Giuseppe, Giampiero, Fabrizio, Andrea e Rinaldo.-tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: BSesposizione preval. in discesa: Nord-quota di partenza (m): 1585-quota vetta (m): 2425-dislivello complessivo (m): 860-video di giampiero


dom   13//02/2016

                                                                                                               

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok a bousson-quota neve m :: 1300-attrezzatura :: scialpinistica
Oggi partiti dal parcheggio veramente pieno in ogni ordine di posto. Gruppo misto con ciaspole e sci saliti nel bosco con pochissimo affollamento rispetto alle macchine sotto. Debole nevicata per tutta la salita che ci ha fatto rinunciare a qualche punta vicino data la scrsa visibiltà. Lunga sosta al rifugio e poi scesi sotto una nevicata più intensa fino al parcheggio. Verso le 14.15 aspettando gli amici con le ciaspole è venuto fuori il sole e la temperatura si è alzata fino a quasi 10°!
Nel complesso una bella passeggiata.                                                                                                                                                                                                     


sab   13//02/2016

                                                                                                                   

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida                                                 
note su accesso stradale :: ok a bousson-quota neve m :: 1300-attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con cielo coperto, a metà salita sotto una debole nevicata con vento notevole, ma nonostante ciò con una parte del numeroso gruppo siamo arrivati in cima e abbiamo fatto bene. Vento sopportabile, prima parte di discesa con poca neve cercando il corridoio giusto, nel frattempo il cielo si è aperto del tutto regalandoci una discesa coi fiocchi. Dal lago in giù abbiamo sfruttato per buona parte la stradina e sugli ultimi prati taglio verso la casa alpina con neve sufficiente da non toccare pietre.
Un saluto a tutta la compagnia e a Ila per le bugie e prosecco che ci ha offerto.-tipo itinerario: bosco rado-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota di partenza (m): 1460-quota vetta (m): 2424-dislivello complessivo (m): 960-video                                   


mar   09//02/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-note su accesso stradale :: ok fino al monginevro
quota neve m :: 1600-attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal villaggio du soleil con meteo velato e qualche squarcio di sole e risalito il vallone in completa solitudine dato che la stradina non è stata battuta. Arrivato fino all'arrivo della seggiovia di serre tibhaut a sinistra del col alpet e poi sceso sugli impianti fino alla partenza con meteo che si è chiuso ancora di più sotto una debole nevicata. Alle 13.00 arrivato all'auto si è messo a nevicare più deciso.-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Varie-quota di partenza (m): 1880-quota vetta (m): 2550-dislivello complessivo (m): 700


lun   08//02/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok a bousson-attrezzatura :: scialpinistica
Salito nel bosco con neve appena sufficiente. Man mano che si sale diventa accettabile. Dal lago in su almeno 30 c di fresca fino a poco sotto la cima che rimane un po spelacchiata per il vento. Inizialmente bella giornata con cielo blu e arrivando in cima il cielo è diventato grigio ma comunque con buona visibilità Bella discesa inizialmente stando attenti alle zone con poca neve, poi belle curve fino al lago dove erano solo passati due prima di me. Dal lago in giù stradina obbligatoria e a quota 1600 circa bisogna stare anche attenti a delle pietre affioranti e a qualche zona ghiacciata che nel pomeriggio rimane neve marcia per le temperature già alte. Nel complesso una bella sgambatina.-tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Nord-Ovest-quota di partenza (m): 1460-quota vetta (m): 2424-dislivello complessivo (m): 960


sab   06//02/2016

Sciabilità :: **** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: polverosa-neve (parte inferiore gita) :: polverosa-note su accesso stradale :: ok fino a pila-quota neve m :: 1500-attrezzatura :: scialpinistica-Partiti dall'affollatissimo parcheggio di pila e seguito la stradina subito a destra per un discreto tratto fino a raggiungere le piste di discesa più a destra ma con seggiovia non in funzione. Qui abbiamo scelto di non andare alla pointe de la pierre per salire i facili e quasi intonsi pendii per il drinc. DAl colle si poteva andare all pierre a al drinc ma le due creste quasi pelate ci hanno fatto desistere. Bella discesa in alto con circa 20 cm di farina su fondo duro ed in basso pochi cm ma comunque sempre ben sciabili. Peccato che sulla stradina al ritorno bisogna ogni tanto spingere.Con la banda: Carlin, Sepp, Bruno, Messner, Rinaldo, Simona, Alberto, Dino, Giampiero, Pat e Ilaria.-tipo itinerario: ski area-difficesposizione preval. in discesa: Nord-Est-quota di partenza (m): 1800-quota vetta (m): 2700-dislivello complessivo (m): 900-video


dom   31//01/2016

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: ok fino a soffietti
Partiti da borgata soffietti in una giornata con prevalenza di sole e nubi nella ianura. Siamo arrivati rima al costa fiorita e poi abbiamo allungato la gita fino in punta. Un o di vento in vetta, sentieri sgombri di neve su quasi tutto l'itinerario specie sulla cresta da costa fiorita in su. Dato il periodo non pensavamo di trovarla così agevole.
Un saluto a tutta la compagnia: Montse, Giusepe, Bepi, Giovanna, Silvia, Roberta, Paola, Lia, Fulvio e a Valter incrociato su questa gita. Trovati in punta dentro la cassettina del libro un paio di occhiali da vista (ultraleggeri)e li abbiamo lasciati al bar di Rubiana.-difficoltà: EEesposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1212-quota vetta (m): 2234-dislivello complessivo (m): 1070


sab   30//01/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: crosta portante-neve (parte inferiore gita) :: crosta portante-quota neve m :: 1600-attrezzatura :: scialpinistica

Si ritorna in Val d'Aosta, con qualche grado in meno rispetto sabato scorso, saliti costeggiando qualche pezzo di pista e seguendo alcune tracce fuori, inutile dire che è una gita si fa in sicurezza, scesi su una traccia ben battuta anche su crosta portante ricongiungendosi alla pista di discesa. Ottima la compagnia come sempre, un grande saluto a tutti: Fulvio, Franco, Tino, Rinaldo, Bruno,Pat, Andre, Paolo, Fabrizio, alla prossima.-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Sud
quota di partenza (m): 1650-quota vetta (m): 2609-dislivello complessivo (m): 959-video


dom   24//01/2016

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stellenote su accesso stradale :: poco sopra villar strada franata
Partiti poco prima della frana e saliti lungo l'itinerario che passa dal santuario e poi a sinistra su sterrata fino al BB. Da quì inizia il sentiero. Bella salita nel bosco di faggi e betulle. In cima discreto affollamento e ottimi panorami. Lunga sosta per picnic e poi discesa. A quota 1300 circa abbiamo girato a sinistra sul sentiero del chilometro verticale e raggiunta la sterrata a destra con leggera risalita fino a raggiungere di nuovo il santuario chiudendo l'anello. Allego traccia gps dell'anello di oggi.
Con Lia, Montse, Giuseppe,Bepi, Giovanna, Fulvio, Roberta e Massimo.-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 636-uota vetta (m): 1625-dislivello complessivo (m): 1000


sab   23//01/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: polverosa-neve (parte inferiore gita) :: crosta portante-attrezzatura :: scialpinistica-

Partiti poco sotto la borgata, qualche minuto a piedi e poi sci fino in punta. Raffiche di vento dalla dorsale in su. In punta poca neve spazzata dal vento dei giorni scorsi. Giornata tersa e calda per la stagione ( alla partenza 7°). Lunga sosta in cima e poi discesa con attenzione per le pietre affioranti sulla parte alta con neve compatta e portante e poi sceso dalla stessa parte di salita su neve farinosa umida sciabile. In basso il manto nevoso sempre più umido. Metà della nostra compagnia è scesa dal versante est sul vallone di menouve trovando ancora rare zone di farina. Con Beppe,Giuseppe, Jordi, Francesca, Laura, Pat, Fabrizio, Carlin, Rinaldo, Simona, Fabrizio e Dino, Giampiero.-difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Sud-Est-quota di partenza (m): 1560-quota vetta (m): 2474-dislivello complessivo (m): 1000-Video


dom   17//01/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-osservazioni :: nulla di rilevante-neve (parte superiore gita) :: polverosa-neve (parte inferiore gita) :: altro-note su accesso stradale :: bene fino a Nevache-quota neve m :: 1400-attrezzatura :: scialpinistica

Dal parcheggio di nevache su strada con neve battuta per i fondisti che porta in alta valle. Nel bosco largo sentiero anch'esso battuto fino al rifugio. Dal Buffere in su il vento aumentava proporzionalmente alla quota salvo ogni tanto qualche pausa. Nonostante il vento stoicamente con Bepi e Rinaldo fino in cima dove vi era un folto gruppo del CAI di Pinerolo. Qualche foto, tolte le pelli subito giù su bella neve farinosa con qualche rara placca ventata fino al rifugio. La discesa sul sentiero ripido è la vera prova di "abilità" nello girare stretto su meno di 2 metri di spazio; si poteva fare qualche taglio nel bosco ma abbiamo preferito non rischiare di prendere qualche radice con gli sci.-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Varie-quota di partenza (m): 1600-quota vetta (m): 2571-dislivello complessivo (m): 971


sab   16//01/2016

Sciabilità :: *** / ***** stelle-neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta-attrezzatura :: scialpinistica

Gita piacevole, con pericolo zero, partiti con gli ski dalla macchina, fondo duro con un pò di farina, dopo circa 150 metri il manto nevoso aumenta . In discesa qualche pietrolina la si può toccare, due curve in farina sono uscite. Scesi 50 metri dalla vetta con gli ski a spalle x mancanza di neve, il vento l'ha spazzata via, un saluto a tutti gli amici incontrati in vetta, e i soci di gita Sepp, Pat, Dino,Rinaldo,Simona, Alberto, alla prossima-tipo itinerario: bosco rado-difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Ovest-quota di partenza (m): 1640-quota vetta (m): 2376-dislivello complessivo (m): 736-Video


dom   10//01/2016

Sciabilità :: *** / ***** stellequota neve m :: 1800-attrezzatura :: scialpinistica

Per non rischiare meglio salire questi posti tracciati, partiti sotto una lieve nevicata, che poi si è accentuata nella discesa, c'era il mondo dello ski alp, incontrato tanti amici che spolveravano gli ski, un saluto. Sempre piacevole la compagnia di gita e merenda, alla prossima ciao a tutti. Con Giuseppe Banfo, Sepp, Bepi, Lia, Giovanna, Rinaldo, Bruno e Fabrizio.-tipo itinerario: ski area difficoltà: MSesposizione preval. in discesa: Sud-Est-quota di partenza (m): 1824-quota vetta (m): 2729-dislivello complessivo (m): 900


mer   06//01/2016

In una bellisssima giornata un po fredda con Lia e Bepi dal parcheggio per la stradina apposita per skialp. Discesa per le piste affollate e belle dure con i miei dinafit con lamine non affilate ma comunque una bella discesa.-tipo itinerario: ski area difficoltà: MS esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota di partenza (m): 1824-quota vetta (m): 2729-dislivello complessivo (m): 900località partenza: Staffal (Gressoney-la-Trinitè , AO ) 


mar   05//01/2016

       

Con Giampiero saliti dai bacini e ci siamo spinti fino in cima lasciando gli sci vicino la madonnina. Discesa divertente sulla parte superiore. Parte intermedia con parecchie pietre mentre dalla capannina in giù con neve battuta e preparata ma con impianti chiusi. Partiti insieme ad una squadra di alpini che si sono fermati alla capannina.-tipo itinerario: ski area difficoltà: MS-esposizione: Sud-Ovest-quota di partenza (m): 1922-quota della vetta (m): 2801
dislivello complessivo (m): 879ocalità partenza: Bacini Frejusia (Bardonecchia , TO ) -video


dom   03//01/2016

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle-note su accesso stradale :: Ok fino a rivotti
Sulla strada per rivotti qualche cm di neve che non hanno creato problemi ma che al ritorno era già sciolta. Bella gitarella nonostante la poca neve presente sulla sterrata e sul sentiero che porta ai laghi. Sole che si è velato leggermente dopo le 12.00. Con Loredana,Francesca,Giovanna
Lia, Massimo, Bepi.-sentiero tipo,n°,segnavia: 320/319-difficoltà: Eesposizione prevalente: Sud-quota partenza (m): 1450-quota vetta (m): 2083-dislivello complessivo (m): 630
ocalità partenza: Rivotti (Groscavallo , TO ) 


Forum
  • skiTelemark forum                     
  •                       
  •  
 
                  Panorami a 360°

torna su